U15 – Gialloblu perfetti: nettamente battuto il Meloria Livorno


Meloria Basket 2000 – Basket Donoratico: 41-106

(15-35; 23-63; 32-85)

Basket Donoratico: Giuntini, Ndiaye 26, Del Giudice, Martinelli 5, Pierotti 8, Filippi, Federici 10, Demi 13, Gazzetti 12, Pasquini 24, Cameli 4. All. Iaconi, vice Pasquini.

Edoardo Martinelli
Edoardo Martinelli

Dopo la bella vittoria contro il GEA Grosseto, i gialloblu si confermano con una prestazione perfetta sul campo del Meloria Livorno. I ragazzi di Iaconi e Pasquini hanno nettamente battuto i padroni di casa dopo una partita senza storia, dominata dall’inizio alla fine. Nonostante alcune pesanti assenze (alle quali si è aggiunta quella di capitan Giordano Partigiani, infortunatosi con l’U18), Del Giudice e compagni hanno ingranato subito le marce alte, trascinati da Moustapha Ndiaye (26 punti e 11 rimbalzi) e Mattia Pasquini (24 e 3 recuperi). Era proprio una tripla del primo a dare la spinta per il primo parziale, concretizzato poi da un super Niccolò Demi (13 punti e 8 rimbalzi), da un indomito Filippo Gazzetti e dal solito Edoardo Martinelli. Chiusa la prima frazione sul più 20 (15-35), Donoratico continuava a giocare la sua pallacanestro, trovando cose molto positive anche da Giovanni Federici e Giorgio Pierotti. Nella seconda metà di gara il match procedeva sulla stessa falsa riga, riservando minuti preziosi a Giuntini e ai 2004 Del Giudice, Cameli (4 punti) e Filippi. Prossimo impegno sabato, ore 15.45, in Piazza Europa contro il GMV Ghezzano. Forza ragazzi!


 

 

 

U18 – Doppietta gialloblu: il Cavallino Restaurant batte anche il CUS Pisa


Cavallino Matto Resaturant Donoratico – CUS Pisa: 64-58

(11-9; 29-25; 40-35)

Cavallino Matto Restaurant Donoratico: Bartolini 15, Ndiaye 2, Batistini 7, Matijevic 15, Pierini 4, Fagiolini 13, Cariano 3, Partigiani, Martinelli, Diop, Dal Magro 5. All. Crudeli.

Grande vittoria di squadra per i nostri U18
Grande vittoria di squadra per i nostri U18

Fantastico momento per gli U18 targati Cavallino Matto Restaurant, che dopo il blitz di Grosseto si confermano in casa contro il CUS Pisa. Una prova di carattere e voglia quella sfoderata dai gialloblu, bravissimi a non mollare mai un centimetro ai tenaci avversari. L’inizio era nel segno di uno scatenato Francesco Fagiolini, che assieme a Batistini e Matijevic chiudeva il parziale avanti di due (11-9): l’intensità aumentava ulteriormente nel secondo quarto, quando i locali continuavano a volare sulle ali della loro guardia (13 punti alla fine, con 7 falli subiti) e sui punti di un sontuoso Batistini. Pisa però non cedeva, e all’intervallo lungo la partita verteva ancora in sostanziale parità (29-25). Al rientro ci provava Matijevic a creare un primo strappo, tuttavia il CUS restava ancora a contatto grazie alla vivacità dei suoi esterni. Nelle fila donoraticensi un ottimo impatto lo fornivano Cariano, Pierini e Dal Magro, ma alla fine l’uomo partita si rivelava essere un grande Andrea Bartolini, veramente super su entrambi i lati del campo. In casa gialloblu arriva così la seconda vittoria consecutiva, mini traguardo che vale un primo posto da imbattuti: la strada è ancora lunga, ma certamente un inizio del genere aiuta a creare entusiasmo e voglia di lottare assieme. Aspettando Pavle Kuburovic.


 

Serie D – Un buon Donoratico non basta contro la capolista Chiesina


Dispensa di Campagna Donoratico – Chiesina Basket: 59-63
(22-8; 33-25; 46-43)

Dispensa di Campagna Donoratico: Bartolini 5, Spina 5, Bruci 8, Bottoni 6, Manetti 8, Lombardi 10, Unechenskyi 4, Biagioni, Pistillo 11, Sonetti, Creatini, Partigiani. All. Crudeli, vice Iaconi.

Chiesina Uzzanese: Salani 3, Moroni 7, Bullleri 7, Rivi 3, Ormeni ne, Bagnoli 4, Parrini 11, Puccinelli 12, Lepori, Stefanelli 14, Tozzelli 1, Santacroce 1. All. Traversi.

Buona prestazione per Matteo Bruci: 8 punti per lui (foto Sabina Matteucci)
Buona prestazione per Matteo Bruci: 8 punti per lui (foto Sabina Matteucci)

Non riesce l’impresa alla Dispensa di Campagna contro la capolista Chiesina. Peccato, perchè gli uomini di Crudeli hanno giocato con autorevolezza, mettendo alle corde per almeno 20 minuti una squadra notevole come quella pistoiese. Ancora scottati dalla bruciante sconfitta contro Valdicornia i gialloblu partivano fortissimo, schiantando gli ospiti con un primo quarto da favola: 22-8 il parziale, con Spina, Lombardi, Unechenskyi, Bottoni e Pistillo sugli scudi. Chiesina però iniziava a carburare, spinta da un super Stefanelli e dall’esperienza di Moroni (impiegato solo nel primo tempo): all’intervallo lungo il punteggio recitava così 33-25 per la Dispensa, brava comunque a non mollare la presa grazie ai punti di Pistillo e alle iniziative di un redivivo Bruci. Nella seconda metà l’inerzia cambiava: i ragazzi di Traversi continuavano a lavorare sotto le plance con Stefanelli e Rivi, trovando poi otto bordate fulminee da capitan Puccinelli. A salire di colpi ci pensava anche Bulleri, mentre Donoratico si arenava progressivamente nella zona ospite. Due triple di Bottoni e Bruci davano però ossigeno prezioso, mentre Creatini, Sonetti e Manetti aumentavano l’intensità difensiva e consentivano ai locali di mantenere il naso avanti. Pregevoli minuti li giocava inoltre Damiano Partigiani, incisivo con la sua fisicità nel contrastare i lunghi avversari. L’ultimo quarto, tuttavia, diveniva terreno fertile per Chiesina: Parrini iniziava a macinare canestri a suon di jump, mentre Stefanelli restava un rebus irrisolvibile per la difesa locale. La stanchezza si faceva sentire, ma l’orgoglio permetteva a Bartolini di trovare cinque punti consecutivi che davano il -4 con due minuti da giocare: gli orange sembravano però averne di più, e dalla lunetta mettevano fine ad ogni possibilità di vittoria. Per la Dispensa di Campagna si tratta della terza sconfitta consecutiva: dopo le due belle vittorie iniziali Biagioni e compagni stanno attraversando una fase complessa, segnata anche da un calendario a dir poco insidioso se consideriamo che Valdicornia e Chiesina figurano come le favorite numero uno alla promozione in C silver. Sul campo di Calcinaia (domenica, ore 18), ad ogni modo, bisognerà ripartire proprio dalla determinazione mostrata contro la capolista. E, magari, da qualche sorriso e da qualche pacca sul culo in più. Forza ragazzi!


 

Esordienti – Un esordio combattuto e sfortunato per i gialloblu


Elba Basket – Basket Donoratico: 34-32

(12-6; 20-15; 24-30)

Basket Donoratico: Ulissi 8, Regoli 2, Martinelli 3, Paoli 6, Favilli 2, Pescucci, Gennai 4, Spinelli 6, Isoppo 1, Parlanti, Prescendi, Borla. All. Prescendi, vice Dettoni.

IMG-20171020-WA0021Esordio positivo per gli Esordienti di coach Marco Prescendi, che sul campo dell’Elba lottano fino all’ultimo secondo con grinta e coraggio. Peccato, perchè nel terzo quarto Pietro Ulissi (top scorer con 8 punti) e compagni avevano concretizzato un mini allungo, spinti da un bel gioco corale e dalla voglia di passarsi la palla (ben otto giocatori a referto). A questa età il risultato è ovviamente l’ultima cosa che conta: importante diviene invece sottolineare i miglioramenti mostrati dai ragazzi su entrambi i lati del campo, frutto dell’intenso lavoro settimanale e segnale di buon auspicio per il prosieguo di questa lunga stagione! Coraggio ragazzi, e divertitevi!


 

U15 – Esordio vincente per i gialloblu: battuta una tenace Grosseto


Dispensa di Campagna Donoratico – GEA Grosseto: 61-54

(19-18; 34-30; 41-48)

Dispensa di Campagna Donoratico: Giuntini, Ndiaye 20, Aruta 6, Partigiani 4, Pietrapertosa, Martinelli 3, Pierotti 3, Modesti, Federici 8, Demi 4, Gazzetti 6, Pasquini 7. Allenatore: Iaconi, vice Pasquini.

20 punti e 13 rimbalzi per Moustapha Ndiaye
20 punti e 13 rimbalzi per Moustapha Ndiaye

Inizia con una bella vittoria il cammino degli U15 del Basket Donoratico. La fusione con il Basket Cecina ha consegnato subito un grande risultato, raggiunto – nonostante alcune pesanti assenze – contro una formazione tosta come il GEA Grosseto. L’inizio era subito sul filo dell’equilibrio, con i gialloblu trascinati da Pasquini, Demi e da un ottimo Moustapha Ndiaye (20 punti e 13 rimbalzi): gli ospiti però non mollavano un centimetro, e i primi dieci minuti si chiudevano così sul 19-18. Nella seconda frazione il match proseguiva sulla stessa falsa riga: Ndiaye continuava a colpire, Federici piazzava un bel canestro, mentre la bomba di Martinelli segnava il più 4 all’intervallo lungo (34-30). Al rientro, però, Donoratico subiva un netto black-out che sembrava compromettere tutta la fatica fatta nel primo tempo: Grosseto infatti metteva sul parquet molta fisicità, la partita si innervosiva e i biancorossi ne approfittavano per scappare sul più sette all’ultimo atto (41-48). Qui però la Dispensa cacciava fuori il carattere, recuperando lucidità e mettendo la testa avanti grazie a 4 punti di Aruta, 5 a testa di Pasquini e Ndiaye e ai liberi di Gazzetti e Pierotti. Si chiudeva così con un importante successo un match davvero tosto ed equilibrato, ricco di segnali positivi per un gruppo che sembra aver già trovato la giusta chimica.


 

U18 – Buona la prima: grande prova dei gialloblu contro il GEA Grosseto


GEA Grosseto – Cavallino Matto Restaurant Donoratico: 58-62

(12-24; 35-37; 49-46)

Cavallino Matto Restaurant Donoratico: Bartolini 10, Ndiaye 2, Batistini 4, Matijevic 19, Pierini, Fagiolini 11, Cariano 8, Diop 6, Aruta, Partigiani, Dal Magro 2. All. Crudeli.

Iba Diop, protagonista in quel di Grosseto: 2/2 dall'arco per l'ala gialloblu
Iba Diop, protagonista in quel di Grosseto: 2/2 dall’arco per l’ala gialloblu

Grandissima vittoria per gli U18 di coach Crudeli, che iniziano la stagione con un pesante blitz sul campo del GEA Grosseto. Privi della stellina Pavle Kuburovic, i gialloblu hanno comunque messo sul campo grinta e determinazione, confermando quanto di buono mostrato nel torneo dell’Argentario. Pronti, partenza, via, ed era subito trazione ospite: spinti da uno strepitoso Marko Matijevic (19 punti alla fine, 10 nel primo quarto con due triple) e dal solito Francesco Fagiolini (11 punti e 7 falli subiti), capitan Dal Magro e compagni si portavano sul più dodici dopo i primi dieci minuti (12-24). Nonostante un solido Guido Cariano (8 punti, tutti pesanti) e un intraprendente Iba Diop (2/2 da tre), nella seconda frazione Grosseto riusciva a rosicchiare quasi tutto il margine, tamponata solo da un paio di belle soluzioni di Alejandro Batistini e da un’altra bomba di Matijevic. Le difficoltà più grandi per il Cavallino Matto Restaurant arrivavano però nella terza frazione, quando i locali alzavano l’intensità e ribaltavano l’inerzia della partita. Qui però Donoratico tirava fuori gli attributi, spinta da un bravissimo Andrea Bartolini, da Fagiolini e da Cariano: a mandare i titoli di coda ci pensava poi l’ennesima bomba di Matijevic, che permetteva ai gialloblu di sprigionare tutta la meritata gioia. Davvero un inizio col botto, un’iniezione di fiducia per un gruppo in costante miglioramento: da segnalare anche la solida prestazione del 2002 Damiano Pierini, gli importanti minuti dei 2003 Partigiani e Aruta e la stoffa del 2004 Ndiaye.


 

Serie D – Derby amaro per i gialloblu: Valdicornia espugna Piazza Europa


Dispensa di Campagna Donoratico – Studio Arcadia Valdicornia: 62-70

(18-17; 36-37; 48-53)

Dispensa di Campagna Donoratico: Bartolini 5, Biagi ne, Bruci, Bottoni 5, Manetti 7, Lombardi 10, Unechenskyi 15, Biagioni ne, Pistillo 16, Sonetti 1, Creatini 3, Partigiani ne. All. Crudeli, vice Iaconi.

15 punti e 8 rimbalzi per il '98 Anton Unechenskyi (foto Sabina Matteucci)
15 punti e 8 rimbalzi per il ’98 Anthony Unechenskyi (foto Sabina Matteucci)

Derby amaro per la Dispensa di Campagna Donoratico, costretta a cedere allo Studio Arcadia Valdicornia 62-70. Una partita molto sentita, giocata davanti ad una numerosissima cornice di pubblico e combattuta a viso aperto da entrambe le squadre. Da una parte assente Spina, dall’altra Maffei, ma l’inizio era comunque ad altissima intensità, con Bini a piazzare subito sei punti ed uno scatenato Nicola Lombardi (10 punti con 2/3 dall’arco e 4/4 ai liberi) a replicare. La partita scorreva così equilibrata, con un indomito Bartolini (5 punti e 9 rimbalzi) a contrastare sotto le plance l’efficacia di un sontuoso Magnolfi (alla fine migliore in campo). L’episodio chiave arrivava all’inizio della seconda frazione: uscendo da un blocco, Lombardi riceveva un colpo decisamente duro che lo portava a reagire. Un diverbio più acceso (ma senza contatto) che l’arbitro puniva con un’espulsione diretta, lasciando i padroni di casa privi della loro bocca da fuoco. Il match, fin lì tranquillo, si accendeva, salendo di colpi minuto dopo minuto. Dopo un momentaneo sbandamento i gialloblu si rimettevano in carreggiata, replicando a Magnolfi e Martinelli con uno strepitoso Anthony Unechenskyi (15 punti e 8 rimbalzi) e un solido Lorenzo Pistillo (8 punti nel quarto): il quintetto da corsa – con Bruci, Creatini, Manetti, Pistillo ed il giovanissimo gladiatore ucraino – sembrava infatti funzionare, aumentando l’intensità e portando punti in cascina con notevole frequenza. Gli uomini di Minuti tiravano però fuori dal cilindro un paio di giocate col talento classe ’99 Marco Bertini, a cui si aggiungevano quattro punti di Corsini che decretavano il 36-37 dell’intervallo lungo. Al rientro Donoratico provava a scappare, trovando otto punti in un amen da uno scatenato Pistillo: la zona locale non riusciva tuttavia ad arginare le giocate in post-alto di Magnolfi, bravissimo a ricucire rapidamente lo strappo con un paio di jump di pregevole fattura. La Dispensa lottava, Sonetti limitava benissimo Bini, ma in attacco i meccanismi andavano progressivamente inceppandosi, fruttando la miseria di 4 punti in ‘7: al contrario, lo Studio Arcadia saliva invece di colpi con un ottimo Cacciottolo, chiudendo la terza frazione con cinque punti di vantaggio. Nell’ultimo quarto Donoratico sembrava non averne più: sulle ali di Magnolfi e Martinelli gli ospiti incrementavano l’allungo fino a toccare la doppia cifra, quando però i gialloblu sfoderavano una reazione d’orgoglio e provavano a rifarsi sotto con Manetti, Bottoni e Unechenskyi. Ad ogni modo, sul -4 a ‘2 dalla fine Venturina era lucida nel gestire i possessi decisivi, conquistando una vittoria importante. In casa Donoratico adesso sarà fondamentale ritrovare la giusta serenità. Contro la favoritissima Chiesina, sabato (ore 18.30, Piazza Europa), ci aspetterà infatti un’altra tostissima battaglia. Forza ragazzi!


Serie D – La Dispensa inciampa a Lucca: sul campo della Libertas arriva il primo stop


Libertas Lucca – Dispensa di Campagna Donoratico: 56-49
(10-12; 26-26; 35-35)

Dispensa di Campagna: Bartolini 8, Matijevic ne, Bruci 2, Bottoni 6, Manetti 6, Lombardi 10, Unecheneskiy 4, Biagioni, Pistillo 11, Sonetti, Creatini 2, Partigiani. All. Crudeli, vice Iaconi.

10 punti per Nik Lombardi contro la Libertas (Foto Sabina Matteucci)
10 punti per Nik Lombardi: sta viaggiando a 16,3 di media (Foto Sabina Matteucci)

Non riesce il tris alla Dispensa di Campagna, costretta a cedere sull’ostico campo della Libertas Lucca dopo una partita sottotono. Privi di Cristiano Spina, i ragazzi di coach Crudeli non sono riusciti a riversare sul match la convinzione necessaria per espugnare un parquet così difficile, casa di una squadra che dopo due sconfitte in volata aveva decisamente fame di punti. Peccato, perché nei frangenti di maggiore lucidità si è visto un Donoratico fluido e concreto come quello delle prime giornate, capace di sfruttare la forma di Bartolini (il migliore dei suoi, con 8 punti 10 rimbalzi e 20 di valutazione), le potenzialità dei suoi esterni e di andare oltre una giornata al tiro decisamente “no” (come dimostrano i soli 49 punti segnati, merito anche dell’arcigna difesa locale). Nel primo quarto era subito Bartolini ad indicare la via ai suoi, seguito da un sontuoso Lorenzo Pistillo che piazzava 8 dei suoi 11 punti nei dieci minuti iniziali: la partita procedeva però in equilibrio, con Lucca pronta a rispondere sulle ali di Poli e gli ospiti incapaci di dare uno strappo importante, nonostante la tripla di Bottoni e i tre pregevoli canestri fatturati da Creatini, Bruci e da un buon Unecheneskiy. Nella seconda metà la Dispensa sembrava finalmente entrata in palla, Nicola Lombardi (ancora in doppia cifra) e Manetti si scaldavano, Pistillo aveva tra le mani anche la palla del più 7, ma Lucca serrava le fila e si riportava subito in parità, aprendo la strada ad un quarto finale di autentica lotta. Gli equilibri si spezzavano negli ultimi cinque minuti, quando un mostruoso Poli e un grande Morello si abbattevano sulla difesa gialloblu: due triple di Lombardi e Pistillo consegnavano nuovamente uno speranzoso il -3, ma era ancora Morello a spegnere ogni possibilità ospite, siglando la bomba del più 6 che consegnava alla Libertas Lucca i primi due punti stagionali. Arriva così la prima sconfitta stagionale per Donoratico: pur con qualche recriminazione, Sonetti e compagni possono comunque guardare al derby di sabato prossimo senza patemi, considerando la lunghezza e l’equilibrio che regna nel girone. Con la giusta intensità e concentrazione, questa squadra ha già dimostrato di poter fare molta strada: anche per questo motivo, contro Valdicornia servirà un palazzetto pieno, pronto a dare alla Dispensa il sostegno che merita.


U18 – Terzo posto e ottime sensazioni per i gialloblu al torneo del Pispino


IMG-20171008-WA0005Davvero una bella esperienza per i nostri U18 quella svoltasi oggi al Pispino. Ospitati dagli amici del Basket Argentario, i ragazzi di coach Pablo Crudeli hanno preso parte ad un intenso quadrangolare assieme ai padroni di casa, alla Fortitudo Viterbo e alla Sinergy Valdarno, chiudendo con una vittoria la finalina per il terzo posto nonostante l’assenza di Damiano Pierini. Al di là del risultato, il torneo ha lasciato tantissime sensazioni positive e la convinzione di poter disputare un campionato interessante, visti anche gli ampi margini di miglioramento e la giovanissima età degli atleti gialloblu. Il dettaglio. Cavallino Matto Donoratico – Sinergy Valdarno: 61-77 (17-20; 28-46; 47-61). Cavallino Matto Donoratico: Bartolini 8, Ndiaye 6, Batistini 9, Matijevic 9, Fagiolini 8, Cariano 4, Diop 2, Kuburovic 13, Partigiani, Dal Magro 2. All. Crudeli. Buonissima prova per i nostri ragazzi contro un’avversaria di alto livello come la Sinergy Valdarno. Per i primi ’15 minuti i gialloblu se la sono giocata senza timori, pur difettando anni (formazione composta da soli quattro 2000) e fisicità alla compagine aretina. L’inizio era subito rampante, con un ottimo Andrea Bartolini (6 punti nel primo quarto, 8 alla fine con altrettanti rimbalzi) e la vena realizzativa di Pavle Kuburovic (13 punti) a farla da padrone. Gli avversari prendevano però rapidamente le misure ai gialloblu, scavando un solco che neanche le belle giocate di Alejandro Batistini e Marko Matijevic riuscivano a contenere. La partita finiva di fatto nella seconda frazione, con Donoratico bravo comunque a non mollare ed a ricucire in minima parte lo svantaggio grazie ai canestri di Francesco Fagiolini e Guido Cariano. Da segnalare l’ottima prova dei 2004, in particolare di Moustapha Ndiaye, che ha realizzato 6 punti in 14 minuti di sostanza. Cavallino Matto Donoratico – Fortitudo Viterbo: 87-79 (21-5; 42-31; 62-56). Cavallino Matto Donoratico: Bartolini 12, Ndiaye 4, Batistini 7, Matijevic 10, Fagiolini 9, Cariano 9, Diop 6, Kuburovic 17, Partigiani, Dal Magro 8. All. Crudeli.

Capitan Niccolò Dal Magro con la coppa del terzo posto
Capitan Niccolò Dal Magro con la coppa del terzo posto

Se la mattina aveva lasciato ottime sensazioni al di là della sconfitta, il pomeriggio le confermava in pieno. Contro Viterbo i gialloblu danno vita ad una bellissima partita, a tratti dominata, a tratti quasi gettata, ma che alla fine si è conclusa con una vittoria entusiasmante, frutto di un bottino di ben 87 punti e di un bel gioco corale (come testimonia anche il tabellino). Dopo una partenza scoppiettante, i gialloblu amministravano fino all’intervallo lungo un vantaggio importante, spinti dalle giocate di Kuburovic e Matijevic e dalla grinta di Fagiolini e Bartolini. Al rientro i laziali aumentavano l’intensità ed iniziavano a rosicchiare pericolosamente punti, fino ad arrivare agli ultimi dieci minuti con sole sei lunghezze da recuperare. Donoratico però reagiva, trovando grandi cose da Cariano e Batistini e gestendo lucidamente il margine grazie alla concreta regia di Niccolò Dal Magro. Finiva così con una vittoria un’esperienza che lascia ai giovani gialloblu morale e fiducia. Ci sono davvero tutte le premesse per disputare una gran bella stagione.


 

Serie D – Una concreta Dispensa di Campagna supera anche il Lella Pistoia


Dispensa di Campagna Donoratico – Lella Basket Pistoia: 71-59

(21-13; 38-28; 58-44)

Arbitri: Forte (SI) e Agnorelli (SI)

Dispensa di Campagna Donoratico: Bartolini 7, Spina 2, Bruci 5, Bottoni 8, Manetti 10, Lombardi 18, Unechenskyi 3, Biagioni ne, Pistillo 16, Sonetti 2, Creatini, Partigiani. All. Crudeli, vice Iaconi.

Lella Basket Pistoia: Zerini 13, Salute, Burrini 2, Toninelli, Vitale, Bruni 6, Manfra 17, Spampani 18, Gherardeschi, Gangale, Addisu, Ferrari 3. All. Piperno.

Una prova davvero convincente quella sfoderata oggi dalla Dispensa di Campagna. Contro un concreto Lella Basket Pistoia (privo di Salute, Grillini e Vitale) gli uomini di Crudeli si fanno trovare pronti e collezionano un altro importante successo, frutto di un solido gioco corale che ha permesso ai gialloblu di guidare fin dalle prime battute. L’inizio era nervoso, con errori al tiro da entrambe le parti e Christopher Sonetti a lavorare sodo sul bomber ospite Alessandro Spampani. In una cornice di pubblico numerosa – ma un po’ ovattata rispetto al solito (forse anche per il caldo) – era uno indomito Marco Bartolini (7 punti e 13 rimbalzi) a rompere il ghiaccio, seguito dal pareggio dell’ottimo lungo pistoiese Simone Zerini. Nelle fila gialloblu iniziava però a salire di colpi un sontuoso Lorenzo Pistillo, autore di otto punti nei primi dieci minuti: proprio sulla spinta dell’ala scuola Cecina e della lucida regia di capitan Niccolò Bottoni Donoratico provava il primo strappo, ricucito solo in parte dal fresco talento di un attivissimo Alessandro Manfra. Nel secondo quarto Lella tentava di riagganciare i giochi  alzando il volume difensivo, ma gli uomini di Piperno non riuscivano a bucare con continuità il bastione locale e restavano impigliati in una forbice di svantaggio oscillante tra i 6 e i 10 punti. La Dispensa trovava invece cose preziose da Emanuele Creatini e dal lungo Anton Unechenskyi, i cui tre punti davano ossigeno e fiducia ai gialloblu: a chiudere il primo tempo sul più dieci ci pensava poi una prodezza allo scadere di Bottoni, provvidenziale nei momenti topici. Al rientro Spampani scuoteva subito la retina con 5 punti in un amen, mentre la zona ospite creava sostanziali difficoltà a Partigiani e compagni.

Grande prova di Lorenzo Pistillo, autore di 16 punti
Grande prova di Lorenzo Pistillo, autore di 16 punti

Con Lella tornata a -4 a caricarsi la squadra sulla spalle era però un ispirato Nicola Lombardi (18 punti in 22 minuti, 39 punti in due partite), bravissimo a spezzare l’equilibrio della partita con 10 punti in fila. Galvanizzata dalla raffica del suo arciere, Donoratico entrava in palla dall’arco e centrava altre due soluzioni pesanti con un frizzante Matteo Bruci ed il solito Alessandro Manetti, propiziando un parziale importante che incanalava definitivamente il risultato. Con una bomba di Pistillo ed una bella soluzione di Sonetti la Dispensa toccava anche il più 21 nell’ultimo quarto, prima che un’indomita Pistoia si riportasse sotto di otto (67-59 a ‘2 dalla fine): tuttavia Donoratico riusciva subito a recuperare le redini e a chiudere sul più 12 finale, mettendo in cascina una vittoria preziosa contro un avversario di indubbio valore. In attesa di recuperare al meglio Cristiano Spina (tante buone cose in otto minuti di impiego dopo quasi un mese di stop) e Creatini, coach Crudeli può quindi godersi un meritato punteggio pieno: se la classifica conta ancora poco o niente, è senza dubbio importante acquisire morale e fiducia in un campionato davvero lungo ed equilibrato.

Postilla: ottima la prova del duo arbitrale. Davvero.