Giovanili – Il fine settimana delle formazioni gialloblu e i gironi delle seconde fasi


Ancora una bella prova per Gianluca Gozzoli
Ancora una bella prova per Gianluca Gozzoli (U14)

Una vittoria ed una sconfitta per le giovanili del Basket Donoratico. Chiudono in bellezza gli U18, mentre gli U14 non possono niente contro la capolista Argentario. Sorteggiato il girone U15.
U18. Pallacanestro Livorno – Cavallino Matto restaurant Donoratico: 39-77. Cavallino Matto Restaurant Donoratico: Bartolini 13, Batistini 2, Matijevic 2, Pierini 4, Fagiolini 15, Diop 12, Kuburovic 20, Dal Magro 9. All. Crudeli. Si chiude in bellezza la prima fase del Cavallino Matto Restaurant Donoratico. Dopo la bella vittoria contro la capolista Argentario i gialloblu si sono ripetuti anche contro la Pallacanestro Livorno, cogliendo una limpida vittoria al termine di una partita mai in discussione. Due punti che valgono il sesto posto finale, risultato ottimo ma che lascia un po’ di amaro in bocca se rapportato al cammino di Pierini e compagni: partiti fortissimo, i ragazzi di Crudeli sono difatti incappati in una serie infinita di infortuni. Peccato, ma la seconda fase consegnerà la possibilità di rifarsi in un girone comunque complesso: San Miniato, Pistoia, Don Bosco Figline, Campi Bisenzio e Firenze 2 le avversarie dei gialloblu. Per quanto riguarda il match, da segnalare le prestazioni di Pavle Kuburovic (20 punti) e di Francesco Fagiolini (15), senza dimenticare il grande lavoro svolto sotto le plance di Iba Diop e Andrea Bartolini.
U14. Basket Argentario – Basket Donoratico:103-36. Basket Donoratico: Del Giudice 3, Filippi 2, Tinagli 7, Annecchiarico 2, Guerra, Gozzoli 7, Diop 6, Venosa 5, Tovoli 4. All. Iaconi. Sconfitta preventivata per gli U14 di coach Iaconi sul campo dell’Argentario. Privi dei due lunghi Moustapha Ndiaye e Matteo Cameli, i gialloblu hanno comunque lottato fino alla fine, trascinati dalla verve di capitan Misha Del Giudice e dalle buone prestazioni di Filippo Tinagli, Gianluca Gozzoli e Moustapha Diop. Bene anche Filippi e Venosa in una partita tutto sommato positiva, capace di far intravedere grandi possibilità di crescita. Chiusa la prima fase al sesto posto, adesso i gialloblu affronteranno un girone decisamente interessante.
U15. Uscito anche il girone che vedrà coinvolta la capolista targata Dispensa di Campagna. I ragazzi di coach Iaconi si giocheranno la possibilità di accedere alle finali per il titolo regionale in un vero e proprio raggruppamento di ferro: Montevarchi, Montecatini e Fucecchio le avversarie, tutte di altissima fascia. Capitan Partigiani e compagni dovranno mettercela davvero tutta per provare ancora una volta ad acciuffare un traguardo che l’anno scorso sfuggì solo in finalissima.


 

Serie D – Donoratico ritrova il sorriso sul campo di Castelfranco


Castelfranco Frogs – Dispensa di Campagna Donoratico: 58-66
(14-14; 30-37; 48-45)

Dispensa di Campagna Donoratico: Bartolini 4, Bruci 7, Biagi ne, Bottoni 7, Manetti 18, Lombardi 9, Unechenskyi 7, Biagioni, Pistillo 8, Sonetti, Creatini 4, Partigiani 2. All. Crudeli, vice Iaconi.

Ale Manetti in azione: il playmaker gialloblu è stato l'Mvp della partita (foto Sabina Matteucci)
Ale Manetti in azione: il playmaker gialloblu è stato l’Mvp della partita (foto Sabina Matteucci)

Blitz importante per la Dispensa di Campagna Donoratico in quel di Castelfranco. Dopo tre stop consecutivi ed un pizzico di sfortuna i gialloblu tornano finalmente alla vittoria, consolidando il quinto posto in classifica ed espugnando uno dei parquet più ostici del campionato. In terra pisano l’inizio era firmato Dispensa, con 5 punti di Nicola Lombardi ed un ottimo impatto da parte di capitan Bottoni. I Frogs però reagivano con un grande Lapi e si tenevano a stretto contatto grazie anche ad un’arcigna difesa e alla spinta di un palazzetto caldissimo. Nel secondo quarto la partita proseguiva sulla stessa falsa riga, tra errori al tiro e gioco fisico. A cambiare le carte ci pensava però la giovanissima panchina di coach Crudeli: Bruci e Creatini portava infatti un solido contributo alla causa, ben coadiuvati dalle giocate sotto le plance del rientrante Anthon Unechenskyi (fondamentale il suo recupero dopo due mesi di stop) e dall’affidabilità di Partigiani. Il risultato era così un +7 ospite all’intervallo lungo (30-37), specchio di tre minuti giocati a tutto gas dai gialloblu. Al rientro Castelfranco aumentava la pressione e si riportava in partita, mettendo la freccia del sorpasso grazie alla fisicità di Maddaluni ed al talento del solito Lapi. Ne fuoriusciva una partita nella partita che si procrastinava fino agli ultimi tre minuti, quando la Dispensa si affidava all’estro di Alessandro Manetti (18 punti alla fine) per mettere il naso avanti nel momento decisivo: erano 7 punti del play-guardia gialloblu a chiudere di fatto i conti, consegnando a Sonetti e compagni una vittoria davvero preziosa anche dal punto di vista morale. Nelle pieghe di una classifica cortissima Donoratico torna dunque a vedere la possibilità di stabilizzare la propria posizione, pur in procinto di affrontare altre due big come Valdera e Monsummano. Il ritorno del roster al completo e la fiducia ritrovata possono comunque essere le migliori armi a disposizione della ciurma di Crudeli, specialmente in un campionato così incerto ed equilibrato.


 

Donoratico BasketCamp: ecco i moduli per l’iscrizione alla quarta edizione!


28378210_931375050353564_5717598867068421112_nCi siamo! Anche per quest’anno è arrivato il momento di dare inizio ai preparativi per il nostro BasketCamp! Negli allegati troverete il volantino di presentazione e, soprattutto, il modulo utile per l’iscrizione! Tutti gli interessati potranno inoltre raggiungerci giovedì 8 marzo, ore 18, nella sala riunioni del PalaEuropa, dove terremo un incontro di presentazione al Camp 2018!

Volantino Camp 2018

Scheda Iscrizione CAMP2018

 

 


 

Giovanili – Il fine settimana delle formazioni gialloblu


La formazione U15: i gialloblu hanno dominato la prima fase
La formazione U15: i gialloblu hanno dominato la prima fase

Due vittorie ed una sconfitta per le giovanili del Basket Donoratico, protagoniste di un week-end davvero entusiasmante. Grandissima vittoria per gli U18 di coach Crudeli contro l’Argentario, così come quella degli U15 su Follonica. Cede invece l’U14 nel derby contro Cecina.
U18. Cavallino Matto Restaurant Donoratico – Basket Argentario: 65-61. Cavallino Matto Restaurant Donoratico: Bartolini 11, Ndiaye 4, Matijevic 13, Pierini 2, Fagiolini 15, Cariano, Diop, Kuburovic 17, Dal Magro 3. All. Crudeli. Vittoria di carattere per gli U18 di coach Crudeli. Nonostante la pesante assenza di Alejandro Batistini, i gialloblu hanno lottato e messo ko la capolista Argentario al termine di una partita combattuta ed incerta fino alla fine. Tutti protagonisti in un’affermazione che riscatta un periodo davvero sfortunato, mostrando di fatto il vero valore di questo gruppo. Sugli scudi le prestazioni di Francesco Fagiolini, Pavle Kuburovic e Marko Matijevic, affiancati da un Andrea Bartolini encomiabile sotto le plance.
U15. Dispensa di Campagna Donoratico – Basket Follonica: 93-39. Dispensa di Campagna Donoratico: Rakonijac 10, Giuntini, Ndiaye 14, Partigiani 3, Mirnic 21, Pietrapertosa 2, Martinelli 3, Pierotti 9, Federici 4, Gazzetti 2, Pasquini 6, Riccucci 19. All. Iaconi, vice Pasquini. La capolista non fa sconti. Una marcia trionfale quella maturata dagli uomini di Iaconi in questa prima fase, chiusa con un roboante +54 sulla diretta inseguitrice. Davvero bravissimi i gialloblu, pronti adesso ad un secondo turno da assoluti protagonisti. Difficile raccontare una partita chiusasi di fatto nel primo quarto (27-11) grazie ai centimetri del duo Riccucci-Rakonijac e ai punti di Pasquini, Ndiaye e Luka Mirnic (ancora un “ventello” per il talento bosniaco). Un percorso da applausi, incrinato da una sola sconfitta, che lascia sognare la possibilità di lottare nuovamente per il titolo regionale.
U14. Basket Donoratico – Basket Cecina: 54-86. Basket Donoratico: Del Giudice 6, Ndiaye 15, Filippi 4, Cameli 17, Tuci 6, Tinagli 3, Guerra 2, Gozzoli, Tovoli, Venosa 1, Diop, Annecchiarico. All. Iaconi. Niente da fare per il Basket Donoratico nel derby contro Cecina. Troppo forti i rossoblu, solidi nel chiudere i conti già nei primi dieci minuti. A Misha Del Giudice e compagni non è bastato un super Matteo Cameli (17 punti) per restare in partita, complice anche un Moustapha Ndiaye decisamente stanco (3 partite in 3 giorni per lui) e braccato dalla difesa locale (comunque 15 punti per il talento donoraticense). Svanito il sogno quarto posto, ai gialloblu non resta ora che onorare l’ultimo appuntamento di questa bella prima fase sul campo della capolista Argentario.


Serie D – La Dispensa cede contro la solidità di Calcinaia


Dispensa di Campagna Donoratico – Calcinaia Basket: 45-57
(12-16; 20-18; 34-43)

Dispensa di Campagna Donoratico: Bartolini 4, Bruci 5, Biagi ne, Bottoni 5, Manetti 5, Lombardi 5, Biagioni 3, Pistillo 12, Sonetti, Creatini 4, Partigiani 2. All. Crudeli, vice Iaconi.

Basket Calcinaia: Raimo 3, A. Dal Canto 15, Mari 6, Franceschini 3, Grazian, Straffi 2, Turchi 10, Castorina, F. Dal Canto 1, Nelli 17. All. G. Giuntoli. Vice All. T. Regoli. Ass. A. Pantani.

Arbitri: Mattiello e Santacroce.

Emanuele Creatini ha avuto un buon impatto (Foto Sabina Matteucci)
Emanuele Creatini ha avuto un buon impatto (Foto Sabina Matteucci)

Troppo forte la capolista per la Dispensa di Campagna Donoratico. In un girone in cui spesso (noi compresi) la causa delle sconfitte viene fatta ricadere sulle assenze e sui problemi fisici (gravati dall’assenza di Unechenskyi i gialloblu, reduci da una settimana di allenamenti a ranghi ridotti; fuori invece Pantani, Caprioli e, dopo pochi minuti, Mari per gli ospiti), riteniamo opportuno sottolineare che Calcinaia ha dimostrato ancora una volta di non occupare la vetta per caso: difesa fortissima, grande intensità su entrambi i lati del campo, una reattività sostanzialmente sconosciuta a questi livelli. I gialloblu sono rimasti in partita due quarti e mezzo prima di cedere alla sfiancante uomo ospite e a qualche conclusione sfortunata che forse avrebbe potuto prolungare il match. Peccato, perché dopo le ottime prove di Venturina e Chiesina la Dispensa era partita con il piede giusto anche stavolta, spinta da Lombardi e Bartolini. La difesa a tutto campo risultava efficace contro la rapidità degli esterni pisani, bravi però a mettere il naso avanti grazie alle conclusioni di Dal Canto e Mari. Due bombe di Pistillo (top scorer dei suoi con 12 punti) permettevano alla Dispensa di restare a contatto (12-16), ma la pressione degli uomini di Giuntoli e tre conclusioni di Turchi spedivano Donoratico sotto di otto nonostante l’ottimo impatto di Creatini, Biagioni e Partigiani; era poi un’acrobazia di Matteo Bruci a mandare le formazioni negli spogliatoi sul 22-28. Al rientro Manetti bucava subito la difesa ospite e Lombardi trovava una tripla importante: Calcinaia tuttavia alzava di nuovo la pressione difensiva, togliendo a Sonetti e compagni ogni tiro facile. La caterva di errori su entrambi i lati del campo portava così la partita su binari di grande agonismo che premiavano l’energia degli ospiti, presenti su ogni palla vagante e solidi nel costruirsi un vantaggio rassicurante con Nelli e Turchi. Donoratico provava a restare attaccato alla partita con capitan Bottoni, ma la tripla del + 13 a 4 minuti dalla fine spegneva definitivamente ogni velleità di vittoria, lasciando la Dispensa con l’amaro in bocca per il terzo stop consecutivo. A gravare sulle gambe degli uomini di Crudeli sembra giunta adesso anche un po’ di stanchezza, figlia di un ciclo super tra dicembre e gennaio e di settimane abbastanza tribolate. Sarà però importante rimettersi subito in carreggiata: il tour de force non è ancora finito, a partire dal prossimo match sul tostissimo campo di Castelfranco. Forza ragazzi!


Serie D – Non basta un bel Donoratico: la capolista la spunta all’ultimo tuffo


Chiesina Basket – Dispensa di Campagna Donoratico: 61-60
(13-23; 35-41; 46-48)

Dispensa di Campagna Donoratico: Bartolini 8, Bruci 3, Biagi, Bottoni 10, Manetti 12, Lombardi 19, Biagioni, Pistillo 4, Creatini 3, Partigiani 2. All. Crudeli, vice Iaconi.

Marco Bartolini e Alessandro Manetti: molto buone le loro prestazioni (foto Sabina Matteucci)
Marco Bartolini e Alessandro Manetti: molto buone le loro prestazioni (foto Sabina Matteucci)

Che peccato! All’ultimo tuffo la Dispensa si vede strappare dalla capolista una partita giocata davvero a viso aperto dagli uomini di Crudeli, giunti nel pistoiese gravati dalle pesanti assenze di Sonetti e Unechenskyi (assente Bulleri dall’altra parte). Peccato, perché i gialloblu era scesi in campo col piglio giusto, macinando un primo quarto ai limiti della perfezione: 13-23 per capitan Bottoni e compagni, bravissimi a minare il parquet con Bruci, Manetti e Lombardi (19 punti e 11 rimbalzi alla fine). Trascinati dalla potenza di Pagni, nella seconda frazione i biancorossi tornavano comunque in corsa rosicchiando qualche punto di distacco sotto le plance. Manetti e Bottoni trovavano però ottime soluzioni dall’arco, coadiuvati da un ottimo impatto di Creatini e da un paio di guizzi di un Pistillo marcato strettissimo dall’arcigna difesa locale: all’intervallo lungo il match vedeva così ancora Donoratico alla guida (35-41). Al rientro dagli spogliatoi la partita saliva di colpi. Chiesina sfoderava tutta la sua fisicità e con Parrini e Salani arrivava di fatto ad impattare (primo sorpasso con Moroni a circa tre minuti dalla fine della frazione). Bartolini lottava duro sotto canestro, Creatini pescava ottimi falli e Lombardi continuava ad attaccare il ferro, ma l’ultimo atto iniziava in sostanziale parità: 46-48. La falsa riga dell’equilibrio perdurava per dieci minuti lunghissimi, tra la verve di di Lombardi e le repliche di Lepori e Pagni. Dalla lunetta era il capitano della Dispensa ad impattare a quota ’58 con tre falli da spendere e ’22 da giocare. La foga del momento ed il caos creavano però problemi di comunicazione e Parrini ne approfittava per alzarsi dall’arco e frustare la retina a ‘3 dalla fine. Ma non era ancora finita. Sulla rimessa Chiesina commetteva un incredibile fallo antisportivo che mandava Lombardi sulla linea della carità: due su due per il talento livornese (60-61) e possesso gialloblu; la preghiera di Bottoni si spegneva tuttavia sul ferro e Chiesina poteva così esultare. Per Donoratico resta tanto rammarico: uscire da due partite come quelle di Venturina e Chiesina senza punti rappresenta una vera beffa per i gialloblu, che non hanno assolutamente demeritato. In attesa di tornare al completo, ad attendere Partigiani e compagni adesso un altro incontro durissimo: sabato, ore 18.30, arriverà in piazza Europa l’altra capolista, Calcinaia, che nel silenzio sta letteralmente macinando una vittoria dopo l’altra.


 

Serie D – Il derby premia Valdicornia: finale beffa per la Dispensa


Studio Arcadia Valdicornia – Dispensa di Campagna Donoratico: 56-52
(13-7; 22-19; 38-34)

Dispensa di Campagna Donoratico: Bartolini 2, Bruci 8, Biagi ne, Bottoni 8, Manetti 12, Lombardi 13, Biagioni ne, Pistillo 6, Sonetti, Creatini, Partigiani 4. All. Crudeli, vice Iaconi.

Matteo Bruci, uno dei migliori in casa gialloblu (foto Sabina Matteucci)
Matteo Bruci, uno dei migliori in casa gialloblu (foto Sabina Matteucci)

Non riesce il colpaccio alla Dispensa di Campagna Donoratico, costretta a cedere nel finale ai padroni di casa dello Studio Arcadia Valdicornia. Una partita intensa e rocambolesca, segnata dalla forza delle difese e da un ultimo minuto in cui Donoratico avrebbe molto da recriminarsi e da recriminare. La partenza era contratta, con gli ospiti un po’ molli in fase offensiva e i locali pronti ad approfittarne con un Magnolfi in gran spolvero. Una spinta ai gialloblu provavano a darla capitan Bottoni e l’ex Lombardi, ma il quarto si chiudeva sul 7-13 Venturina. Nella seconda frazione la Dispensa scioglieva la tensione ed iniziava finalmente a macinare pallacanestro: a propiziare il primo vantaggio (14-15) era un bravissimo Alessandro Manetti, coadiuvato dalle accelerazioni di Bruci e da un ottimo impatto del ’98 Damiano Partigiani. Mangolfi metteva però ancora lo zampino, portando gli uomini di Minuti avanti di 3 all’intervallo lungo (22-19). Al rientro Venturina saliva di colpi con un sontuoso Bazzano, ma i gialloblu reagivano con le triple di capitan Bottoni e Nicola Lombardi: era ancora il capitano a siglare il nuovo sorpasso (28-29), prima che Bini e Bazzano dessero nuovo slancio alla trazione locale. Con lo Studio Arcadia volato sul +9, Manetti e Bruci trovavano però due grandi giocate che consentivano alla Dispensa di aprire l’ultimo atto sotto di sole quattro lunghezze (38-34). Magnolfi apriva ancora il fuoco, ma Pistillo si sbloccava con due bombe e assieme a Bruci e Lombardi consegnava ai suoi il pareggio (45-45). Le giocate dei tre davano entusiasmo a Donoratico, che in un attimo prendeva le redini del match fino al +4 (45-49). A due minuti dalla fine Lombardi firmava il +1 dalla lunetta; dall’altra parte Bini replicava in acrobazia (51-50). Era ancora Lombardi a procurarsi il fallo e a piazzare i due liberi del nuovo vantaggio, ma con una manciata di secondi da giocare Venturina metteva ancora il naso avanti: nell’azione decisiva, sul 53-52, Bartolini subiva forse due falli che l’arbitro non fischiava, Bazzano si fiondava sulla palla e lo Studio Arcadia chiudeva dalla lunetta una partita avvincente. Peccato, perché la prima sconfitta nel girone di ritorno della Dispensa è arrivata al termine di una partita in cui i gialloblu non hanno assolutamente demeritato. Con il quarto posto distante quattro punti, adesso sarà importante provare a consolidare la quinta piazza già dal prossimo match (ancora una trasferta) sul campo della capolista Chiesina.


Serie D – Gialloblu ancora a segno: battuta un’ostica Libertas Lucca


Dispensa di Campagna Donoratico – Libertas Lucca: 68-58

(16-15; 36-27;48-42)

Dispensa di Campagna Donoratico: Bartolini 10, Bruci 7, Biagi ne, Bottoni 5, Manetti 15, Lombardi 21, Biagioni, Pistillo 11, Sonetti, Creatini, Partigiani ne. All. Crudeli, vice Iaconi.

21 punti per bomber Lombardi (foto Sabina Matteucci)
21 punti per bomber Lombardi (foto Sabina Matteucci)

Vittoria importante per la Dispensa di Campagna Donoratico, che dopo il blitz di Pistoia riesce a confermarsi tra le mura amiche contro una coriacea Libertas Lucca. Quella che i ragazzi di Crudeli sono riusciti a portare a casa è stata una partita intensa e dura, giocata contro una squadra quadrata e sempre difficile da domare. Memori della sconfitta del match di andata, i locali partivano subito con grande intensità, firmando un 8-0 timbrato dall’estro offensivo di “Lomba la bomba” Lombardi (21 punti alla fine, con 8 rimbalzi e 4 falli subiti). Lucca però ci metteva un attimo a prendere le misure, rosicchiando gradualmente il margine pur patendo sotto le plance la fisicità di un solido Bartolini (assente il lungo Genovali nelle fila biancorosse). Nella seconda frazione gli ospiti riuscivano a mettere anche il naso avanti, ma Donoratico aveva un nuovo sussulto che con Bruci, Manetti ed il solito Lombardi la portava avanti di nove lunghezze all’intervallo lungo (36-27). Nonostante cattive percentuali al tiro, la difesa della Dispensa riusciva ad arginare bene i tentativi lucchesi anche nella prima metà della terza frazione: anzi, i locali erano bravi ad allargare la forbice con due bombe di Pistillo e Manetti e con le scorribande in aria di un sontuoso Lombardi, dando l’impressione di poter chiudere il match anzitempo. Lucca tuttavia non ci stava e con una reazione d’orgoglio – complici anche alcune sbavature locali – provava a tenersi a contatto con dieci minuti ancora da giocare (48-42). L’inerzia restava ad ogni modo nelle mani gialloblu, che senza mai spegnere le velleità di Morello e compagni riuscivano comunque a gestire: a calare il sipario ci pensava infine la seconda bomba di Manetti (15 punti), accompagnata dai canestri di Pistillo e dai liberi di Bottoni e Lombardi. In un girone di ritorno che la vede ancora imbattuta, la Dispensa di Campagna inanella così l’undicesima vittoria nelle ultime dodici uscite. Un ruolino di marcia importante e che dà fiducia in vista di affrontare una “manita” di impegni davvero tosti: due trasferte consecutive contro le big Valdicornia e Chiesina; scontro casalingo contro Calcinaia; trasferta sul campo di Castelfranco, prima di chiudere ospitando Valdera. Questi ragazzi, però, ci sono eccome.


 

 

Serie D – Colpaccio Donoratico: espugnato il campo del Lella Pistoia


Lella Pistoia – Dispensa di Campagna Donoratico: 60-71

(9-12; 28-29; 43-51)

Dispensa di Campagna Donoratico: Bartolini 11, Bruci 5, Biagi, Bottoni 21, Manetti 4, Lombardi 7, Biagioni 1, Pistillo 20, Sonetti, Creatini 2, Partigiani 1. All. Crudeli, vice Iaconi.

Capitan Niccolò Bottoni e "Baco" Bartolini: i due hanno disputato una partita eccezionale (foto Sabina Matteucci)
Capitan Niccolò Bottoni e “Baco” Bartolini: i due hanno disputato una partita eccezionale (foto Sabina Matteucci)

Vittoria pesante per la Dispensa di Campagna Donoratico, che sul campo del Lella interrompe la bella striscia di dieci vittorie consecutive maturata dai pistoiesi. Una partita tosta, quasi sempre guidata dagli uomini di Pablo Crudeli ma decisasi solo nel finale. Nelle fila gialloblu ancora assente Anthon Unecheskyi, ma la partenza ospite era comunque buona con il solito, sontuoso, Lorenzo Pistillo (dopo i 30 con 6 bombe contro Versilia, ieri sera ne sono arrivati altri 20 con 4/8 dall’arco, 11 rimbalzi, 4 recuperi e 3 stoppate) a bucare la difesa locale. Gli errori erano comunque tanti da entrambe le partiti, con i pistoiesi contratti (forse anche a causa del doppio impegno settimanale) e la Dispensa incapace di trovare il giusto ritmo offensivo. Nella seconda frazione gli uomini di Piperno salivano di colpi con una sfuriata realizzativa di Alessandro Spampani, ma Donoratico replicava prontamente con 8 punti di Pistillo, mentre Creatini, SonettiBottoni e Manetti lavoravano bene nelle pieghe della partita. Si andava così dall’intervallo lungo in sostanziale parità (28-29). Al rientro, dopo cinque minuti di fuoco incrociato la Dispensa avanzava un primo tentativo di allungo: l’impatto di Bruci e Lombardi era infatti ottimo, mentre un indomito Bartolini (11 punti e 13 rimbalzi) controllava con autorevolezza le plance. Manfra rispondeva e Pistoia si scaldava dall’arco, tuttavia i gialloblu erano bravi ad aggrapparsi ancora a Pistillo e a siglare dalla lunetta con un eccellente capitan Bottoni (21 punti e 15/16 dalla linea della carità). L’ultimo quarto (iniziato sul 43-51) si tramutava in una battaglia di nervi decisamente accesa: le difese si serravano, la fisicità aumentava e Bartolini ne approfittava per salire in cattedra. A deciderla, ad ogni modo, era la lucidità di Bottoni, bravissimo a convertire con freddezza la girandola di tecnici finale e a chiudere i conti sul +11. Due punti fondamentali in chiave playoff (2-0 negli scontri diretti contro Zerini e compagni), ottenuti peraltro sul campo della squadra più in forma del momento. Siamo andati a Pistoia a giocare la nostra partita, preparata perfettamente in settimana dal duo Crudeli-Iaconi: non possiamo non essere soddisfatti per quanto raccolto. Adesso una sfida tosta contro Lucca (sabato, ore 18.30, in Piazza Europa), prima di un tandem di tandem di trasferte da brividi: Valdicornia prima, Chiesina poi. Ma noi ci siamo, senza pretese, partita dopo partita.


 

Serie D – Le bombe di Pistillo abbattono Versilia: la Dispensa ritrova subito il sorriso


Dispensa di Campagna Donoratico – Versilia Basket 2002: 74 – 47

(17-13; 33-26; 54-36)

Dispensa di Campagna Donoratico: Bartolini, Bruci 5, Biagi, Bottoni 12, Manetti 8, Lombardi 9, Biagioni 5, Pistillo 30, Sonetti 1, Creatini 2, Partigiani 2. All. Crudeli, vice Iaconi.

Mostruoso Lorenzo Pistillo: 30 punti con 6/8 dall'arco (foto Sabina Matteucci).
Mostruoso Lorenzo Pistillo: 30 punti con 6/8 dall’arco (foto Sabina Matteucci)

La Dispensa di Campagna Donoratico ritrova immediatamente il sorriso. Dopo la bruciante sconfitta in volata contro il GEA Grosseto, i gialloblu tornano a prendersi i due punti contro gli “orange” del Verislia Basket 2002, compagine ostica che per due quarti e mezzo ha dato più di un grattacapo ai locali. Privi di Unechenskyi, gli uomini di Crudeli partivano con il piglio giusto. Ad indicare la via ci provava uno straordinario Lorenzo Pistillo, autore di una prova ai limiti della perfezione: 30 punti per l’ala scuola Cecina, con 6/8 dall’arco. Due dei suoi siluri arrivavano nei primi secondi, salvo subire la replica ospite: a tenere avanti la testa della Dispensa contribuivano però un paio di belle giocate di Alessandro Manetti, utili a chiudere i dieci minuti iniziali sul 17-13. Nella seconda frazione la partita proseguiva sulla stessa falsa riga: Versilia si aggrappava alle iniziative del duo Fracassini-Leonardi e conquistava un minimo vantaggio, ma Donoratico replicava con cinque punti a testa di Bottoni e Pistillo che decretavano un importante mini-allungo (33-26). Era al rientro, tuttavia, che la Dispensa cambiava definitivamente marcia: Lombardi entrava in partita (9 punti tutti nel quarto), Bruci piazzava una tripla importante e il divario iniziava a dilatarsi, complici anche due belle giocate di Alberto Biagioni. Nell’ultimo quarto, pertanto, la forbice si ampliava e si restringeva senza mai mettere in discussione l’esito del match: nei minuti finali, oltre ad un bel canestro di Creatini, ci pensavano poi altre due bombe di Pistillo e cinque punti di un ottimo capitan Bottoni a spegnere definitivamente ogni velleità ospite, consegnando la vittoria ai gialloblu. Arrivano così due punti importanti in ottica playoff, soprattutto se calati nelle pieghe di una classifica sempre più corta. Adesso una settimana di duro lavoro prima di affrontare una trasferta difficilissima sul campo del Lella Basket Pistoia, con 9 vittorie consecutive (l’ultima delle quali sul campo di Venturina) la formazione più in palla del girone. Dopo il match di andata, scrivemmo che Spampani e compagni possedevano davvero grandi qualità: la stagione ha dimostrato che ci avevamo visto giusto.