Serie D – Donoratico si ritrova e conquista i playoff contro la Fides Livorno


Dispensa di Campagna Donoratico – Fides Pallacanestro Livorno: 78-63
(8-12; 32-29; 56-48)

Dispensa di Campagna Donoratico: Bartolini 12, Bruci 15, Biagi, Bottoni ne, Manetti 9, Lombardi 11, Unechenskyi 6, Fagiolini, Pistillo 14, Creatini 9, Partigiani 2. All. Crudeli, vice Iaconi.

Creatini e Bruci: tandem devastante contro la Fides (foto Sabina Matteucci)
Creatini e Bruci: tandem devastante contro la Fides (foto Sabina Matteucci)

Un gran bel Donoratico si prende vittoria e playoff. Davanti ad un palazzetto gremito i ragazzi di Pablo Crudeli hanno avuto le meglio su un’ottima Fides Livorno, portando a casa una partita disputata con grandissima intensità. L’inizio era segnato da un gioco molto fisico, con entrambe le squadre condizionate da un alto numero di errori al tiro. Difese forti e poco ritmo non impedivano però a Pistillo di trovare due bombe importanti che tenevano i locali in linea di galleggiamento (8-12). Il match cambiava nel secondo quarto, quando l’ingresso di un grande Alessandro Manetti (stoico nonostante una spalla malmessa) dava la spinta giusta ai gialloblu: Bruci e Creatini alimentavano la transizione, Pistillo e Lombardi colpivano dalla lunga, mentre Bartolini, Unechenskyi e Partigiani lottavano forte sotto le plance. Sul più 8 la Fides trovava però due buone soluzioni con la duttilità dei suoi esterni e Zecca, rosicchiando un po’ di margine e portandosi all’intervallo lungo sul 32-29. Al rientro erano Lombardi e Bruci a dettare la linea, colpendo con giocate di classe: Bartolini racimolava falli e rimbalzi e i locali provavano a concretizzare così un primo tentativo di fuga. Il canestro e fallo di Creatini segnava il +12, ma Livorno non demordeva e con la consueta garra restava attaccata alla partita. Nell’ultimo quarto, con Pistillo gravato da quattro falli, erano però ancora Bruci e Manetti a prendere per mano la Dispensa, soprattutto nel momento di massima difficoltà, con la Fides tornata a -5. Due contropiede ed un bomba riportavano infatti il margine sulla doppia cifra, con un massimo di +15 a tre minuti dalla fine (con minuti anche per il 2000 Francesco Fagiolini). Donoratico poteva così festeggiare una vittoria fortemente voluta, figlia di uno spirito di gruppo ritrovato e di un grande gioco corale. Nonostante le assenze di capitan Bottoni (comunque in panchina ad incitare i compagni) e Sonetti, Biagi e compagni hanno messo in campo il giusto atteggiamento, tornando ad essere quella squadra capace di inanellare dieci vittorie consecutive tra dicembre e gennaio. Adesso ultimo appuntamento stagionale, domenica sul campo del GEA Grosseto: un match importante per decidere il piazzamento e conoscere la prima avversaria playoff.


 

Start a Conversation

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *