Serie D – Il Cavallino cede sul campo di Valdera e chiude terzo: ora i playoff


Pallacanestro Valdera – Cavallino Matto Donoratico: 77-71
(21-16; 33-27; 60-46)

Cavallino Matto Donoratico: Bartolini 9, Spina 2, Martinelli 15, Camarda 3, Bottoni 4, Manetti 9, Bini 19, Biagioni 2, Pistillo 8, Sonetti, Creatini, Partigiani ne. All. Crudeli, vice Iaconi.

Emanuele Creatini ed Alberto Biagioni hanno portato la solita dose di impegno ed energia (foto Sabina Matteucci)
Emanuele Creatini ed Alberto Biagioni hanno portato la solita dose di impegno ed energia (foto Sabina Matteucci)

Si interrompe a quota cinque la striscia di vittorie del Cavallino Matto, costretto alla resa sul campo della seconda della classe Valdera. Quello andato in scena sul linoleum di Capannoli è stato un vero e proprio antipasto playoff, visto che le due compagini, complice la sconfitta della Libertas Lucca contro Grosseto, si incontreranno (ora matematicamente) nel primo turno di post season: ad ogni modo, la guadagnata vittoria dei locali ha impedito alla truppa di Crudeli di mantenere in vita le speranze di un ribaltamento del fattore campo, rimasto così a favore degli uomini di Scocchera. Una partita, quella di domenica, sempre controllata dai biancoblu, bravissimi ad indirizzare subito i giochi grazie ad un Gianluca Porcellini strepitoso. Dal canto suo Donoratico ci metteva un po’ ad ingranare, ma restava comunque a contatto con le buone iniziative di Lorenzo Martinelli ed il talento di Elia Bini (19 punti e 9 rimbalzi), decisamente il migliore dei suoi: all’intervallo lungo il match figurava così ancora in equilibrio (33-27), nonostante un ritmo blando e certamente non paragonabile a quello visto nelle ultime giornate. Lo strappo decisivo arrivava però al rientro, quando Porcellini e Ragli iniziavano a far male dall’arco con puntuale cadenza: i gialloblu accusavano il colpo, innervosendosi e non riuscendo mai a concretizzare una vera e propria rimonta (ben 19 palle perse in casa Cavallino). Solo nell’ultima frazione due bombe di Pistillo, qualche accelerata di Alessandro Manetti, la grinta di Alberto Biagioni e Matteo Camarda ed un paio di soluzioni del solito Bini davano un minimo di speranza, ma Valdera era ormai in totale controllo e finiva col cogliere meritatamente i due punti. Come detto, tuttavia, una sconfitta piuttosto ininfluente per Donoratico, che adesso avrà una settimana di riposo per recuperare al meglio energie e concentrazione in vista dell’ultimo match della fase ad orologio, sul campo della capolista Meloria Livorno. Da lì si tornerà a fare davvero sul serio: nel mirino, una serie al meglio delle tre che sembra promettere scintille.


Start a Conversation

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *