Serie D – Donoratico mette la quinta: superato anche Castelfiorentino


Dispensa di Campagna Donoratico – L’Accento Gialloblu Castelfiorentino: 88-54

(18-12; 44-27; 69-38)

Dispensa di Campagna Donoratico: Bartolini 8, Bruci 14, Biagi 2, Bottoni 5, Manetti 17, Lombardi 11, Unechenskyi 8, Biagioni 2, Pistillo 10, Sonetti, Creatini 3, Partigiani 8. All. Crudeli, vice Iaconi.

Ale Manetti in azione: il playmaker gialloblu è stato l'Mvp della partita (foto Sabina Matteucci)
Ale Manetti in azione: il playmaker gialloblu è stato l’Mvp della partita (foto Sabina Matteucci)

Pronostico rispettato dalla Dispensa di Campagna Donoratico, che ingrana la quinta vittoria consecutiva contro un Gialloblu Castelfriorentino sceso sulla costa con soli nove uomini. Una partita senza storia quella andata in scena in Piazza Europa, combattuta solo nel primo quarto ma alquanto parca di emozioni. A replicare all’ottimo avvio ospite ci pensava un sontuoso Alessandro Manetti (10 dei suoi 17 punti nel primo quarto), coadiuvato dalla solidità sotto le plance di Marco Bartolini. I giochi, di fatto, si chiudevano qui, con la seconda frazione ben amministrata da capitan Bottoni e compagni: mentre Creatini e un concreto Matteo Bruci aumentavano l’intensità, dieci punti di Pistillo e cinque di Lombardi davano infatti il via all’allungo, propiziando un parziale di 26-15 che portava la Dispensa avanti di 17 lunghezze all’intervallo. Al rientro il match non cambiava linea: Donoratico colpiva con continuità dall’arco, mentre Unechenskyi e Manetti (anche 5 assist e 3 recuperi, per un 22 totale di valutazione) lavoravano dentro l’area spingendo il margine sul più 31. L’ultimo quarto diveniva così un esercizio di ordinaria amministrazione ben interpretato dai giovani locali, con una prestazione degna di nota di Damiano Partigiani (8 punti e 6 rimbalzi) e le buone prove di Federico Biagi e Alberto Biagioni. La quinta vittoria consecutiva fa rima con un ulteriore balzo in avanti in classifica, consolidando sempre più un posto in zona playoff. Adesso una settimana per lavorare in vista della trasferta di domenica, ore 18, sul campo del CUS Pisa.


 

U14 – Fantastici gialloblu: grande prova contro Meloria


Basket Donoratico – Meloria Basket Livorno: 61-57

Basket Donoratico: Del Giudice 9, Tuci 27, Filippi 6, Cameli 4, Pigozzo 5, Tinagli 6, Gozzoli, Tovoli, Annecchiarico 2, Guerra 2, Santarelli, Venosa. All. Iaconi.

Fantastica partita per Gabriele Tuci, migliore in campo
Fantastica partita per Gabriele Tuci, migliore in campo

Partita incredibile quella disputata dai gialloblu di coach Marco Iaconi. Privi del loro leader Moustapha Ndiaye (infortunatosi il giorno precedente con l’U15), capitan Misha Del Giudice (grande prestazione, con 9 punti e tanta energia) e compagni non si sono persi d’animo, piazzando una prova maiuscola contro il Meloria Livorno Basket 2000. Due punti che valgono molto di più del secondo posto in classifica: i gialloblu hanno infatti dimostrato di essere una squadra vera, futuribile e completa, trascinata nell’occasione da un monumentale Gabriele Tuci, che ha chiuso con 27 punti e 8 palle recuperate. Tutti, ad ogni modo, si sono resi protagonisti in una partita davvero incerta e coriacea, senza esclusione di colpi: benissimo anche Jacopo Filippi, Sebastiano Pigozzo e il 2005 Filippo Tinagli, bravi a segnare punti decisivi in momento non facili. Adesso un match altrettanto difficile domenica mattina, ore 9.30, quando Guerra e compagni andranno a far visita alla Pallacanestro Livorno. Serviranno la stessa grinta e la stessa determinazione per compiere l’impresa! Forza ragazzi!


 

U15 – Capolavoro gialloblu contro la corazzata Don Bosco


Dispensa di Campagna Donoratico – Pallacanestro Don Bosco: 73-53

(12-18; 31-30; 46-41)

Dispensa di Campagna Donoratico: Ndiaye 12, Mirnic 16, Pietrapertosa 2, Martinelli, Pierotti 1, Federici 3, Demi 6, Gazzetti 8, Pasquini 11, Riccucci 14. All. Iaconi, vice Pasquini.

Grande partita di Ndiaye, costretto a lasciare il campo per infortunio: per lui si prevedono almeno 20 giorni di stop (Max Photograph)
Grande partita di Ndiaye, costretto a lasciare il campo per infortunio: per lui si prevedono almeno 20 giorni di stop (Max Photograph)

Capolavoro dell’U15 contro la corazzata Don Bosco Livorno, unica squadra imbattuta nel girone A. La partita più bella dell’anno porta la firma del gruppo, nonostante assenze piuttosto pesanti (ancora ai box Partigiani e Aruta) e l’infortunio occorso nell’ultimo quarto a Moustapha Ndiaye, fino ad allora protagonista assoluto del match. Dopo un primo quarto a trazione labronica, i gialloblu piazzavano una seconda frazione da cineteca, spinti da Mattia Pasquini e da un ottimo Pietro Riccucci. Effettuato il giro di boa in sostanziale parità (31-30), la spallata vera e propria la Dispensa l’assestava però nei secondi venti minuti, quando Luka Mirnic saliva in cattedra affiancato da Pietrapertosa e Giovanni Federici. Nell’ultima frazione ci pensavano Ndiaye, Demi e Gazzetti a spedire i titoli di coda, confezionando un sigillo di grande importanza e prestigio. Ottimi comunque anche i contributi di Pierotti e Martinelli, preziosi soprattutto in fase difensiva. In attesa di conoscere l’esito di Grosseto – San Vincenzo (sulla carta piuttosto segnato), i gialloblu tornano così a godersi la vetta della classifica. Un traguardo non da poco, che evidenzia la coesione e la fluidità che questo gruppo sta trovando di partita in partita. Avanti così!


 

U18 – Niente colpaccio per i gialloblu: il match per il primo posto va ad Arcidosso


Basket Arcidosso – Cavallino Matto Restaurant: 71-55

(9-11; 33-20; 51-34)

Cavallino Matto Restaurant: Bartolini 4, Batistini 7, Matijevic 10, Pierini, Fagiolini 14, Diop, Kuburovic 14, Dal Magro 6. All. Crudeli.

Coach Pablo Crudeli sta portando avanti un grande lavoro.
Coach Pablo Crudeli sta portando avanti un grande lavoro.

Non riesce il colpaccio all’U18 di coach Pablo Crudeli, costretta ad arrendersi ad un grande Arcidosso. Il match, valido per il primo posto, è stato affrontato con il giusto piglio dai gialloblu, calati solo alla distanza contro la fisicità locale. La squadra, ad ogni modo, ha dimostrato ancora una volta di potersela giocare fino alla fine per la vittoria del girone, affrontando a viso aperto una avversario molto forte su un campo da sempre ostico. Peccato, perché il primo quarto ci aveva visti imporre il nostro ritmo, tamponato però nella seconda frazione dal crescendo degli amiatini (parziale locale di 24-9). Al ritorno, ad ogni modo, capitan Niccolò Dal Magro e compagni (privi di Cariano) potranno far valere a loro volta il fattore piazza Europa: non sarà facile, ma questo Cavallino Matto sembra possedere tutte le carte in regola per poter disputare una stagione da assoluto protagonista. Tra i singoli, da segnalare le ottime prove di Pavle Kuburovic e di Francesco Fagiolini, autori di 14 punti a testa: il secondo in particolare ha mostrato una straordinaria personalità, tornando da gladiatore su un campo che due anni fa lo vide protagonista di un terribile infortunio.


Serie D – La Dispensa di Campagna cala il poker: stesa anche Empoli


Biancorosso Empoli – Dispensa di Campagna Donoratico: 54-66

(11-15; 30-34; 50-48)

Dispensa di Campagna Donoratico: Bartolini 5, Bruci 5, Biagi, Bottoni 9, Manetti 6, Lombardi 15, Unechenskyi 8, Pistillo 18, Sonetti, Creatini, Partigiani. All. Crudeli, vice Iaconi.

Matteo Bruci, decisivo con la sua velocità (foto Sabina Matteucci)
Matteo Bruci, decisivo con la sua velocità (foto Sabina Matteucci)

Continua la marcia della Dispensa di Campagna Donoratico, giunta alla quarta vittoria consecutiva. Un’affermazione davvero di peso quella conquistata sul campo del Biancorosso Empoli dai ragazzi di coach Pablo Crudeli, bravi ad avere la meglio contro una delle formazioni più in palla del girone. L’inizio era tutto a trazione locale, con un 9-0 che sembrava indicare una giornata “no” per i gialloblu. Gli ingressi in campo di Matteo Bruci e Lorenzo Pistillo davano però nuova linfa ai livornesi, con il primo a premere sull’acceleratore ed il secondo ad insaccare subito due triple in un amen (5/10 dall’arco alla fine). Donoratico se ne usciva così dai primi dieci minuti con il naso avanti (11-15), rinvigorita anche dalla pressione difensiva di Creatini e Sonetti e dall’incessante attività sotto le plance di un incisivo Anthon Unechenskyi. Nella seconda frazione la partita proseguiva sul filo dell’equilibrio, con Lombardi a trascinare i suoi (8 punti), il solito Pistillo a colpire e la lucida regia di Bruci e capitan Bottoni (ottima prova) a dare luce all’offensiva gialloblu. Ma dal vantaggio dell’intervallo lungo (30-34) gli ospiti rientravano piuttosto scarichi, subendo la pressione di Empoli. Le percentuali locali si alzavano, mentre Biagi e compagni trovavano qualche inceppo di troppo nel dare fluidità alla manovra offensiva. Sul più cinque Empoli, a pochi secondi dalla fine, Pistillo piazzava però un’altra tripla, permettendo ai suoi di iniziare l’atto finale in sostanziale parità. Qui, di fatto, la partita si chiudeva. Empoli non trovava più la via del canestro, mentre Donoratico tornava a macinare punti con continuità, sfruttando le accelerazioni di Manetti, la solidità di Bartolini e Unechenskyi e la freddezza di Lombardi e Bottoni. Il finale, 54-66, consegna una vittoria davvero preziosa per il cammino di Partigiani e compagni: i due punti, oltre alla zona playoff, segnano infatti un percorso di crescita che lascia presagire una repentina risalita.


 

U18 – Immediato riscatto gialloblu: grande blitz sul campo di Rosignano


Sei Rose Rosignano – Cavallino Matto Restaurant: 51-63

(14-15; 26-38; 44-51)

Cavallino Matto Restaurant: Bartolini 4, Batistini 6, Matijevic 12, Pierini 2, Fagiolini 5, Cariano 4, Diop 4, Kuburovic 16, Dal Magro 10. All. Crudeli.

Pazzesco inizio di stagione per i nostri U18.
Pazzesco inizio di stagione per i nostri U18.

Una vittoria che vale oro. Con una grande prova corale il Cavallino Matto Restaurant fa suo il derby di alta classifica, riscattando immediatamente il passo falso patito contro Valdicornia. Quinto sigillo in sei uscite per i ragazzi di coach Pablo Crudeli, bravi a conquistare due punti in grado di consegnare nuovamente il primo posto in classifica, pur in coabitazione con Arcidosso (match per delicato sabato sul campo amiatino) e CUS Pisa (già battuta tra le mura amiche). Quanto alla partita, Pierini e compagni sono scesi in campo con il piglio giusto, trascinati fin dalle prime battute da un grande Niccolò Dal Magro (finora davvero super la sua stagione) e dalle giocate di Marko Matijevic e Pavle Kuburovic. La prima spallata arrivava però nel secondo quarto, quando Batistini, Diop, Kuburovic e Cariano, chiudendo le maglie difensive e trovando continuità in attacco, piazzavano un eloquente parziale di 12-23. Al ritorno dagli spogliatoi Rosignano aveva una reazione e provava a rifarsi pericolosamente sotto, ma Matijevic e Kuburovic replicavano ancora, coadiuvati da 4 punti di Dal Magro e da un prontissimo Cariano. Nell’ultima frazione, quando i giochi si decidevano, erano due centri di Fagiolini a spedire i titoli di coda, regalando due punti meritati e pesanti ad un gruppo che ormai non è più una sorpresa.


 

U15 – Continua la marcia gialloblu: steso anche Orbetello


Pallacanestro Orbetello – Dispensa di Campagna Donoratico: 25-102

(6-19; 8-47; 19-72)

Dispensa di Campagna Donoratico: Giuntini, Ndiaye 18, Mirnic 27, Pietrapertosa 4, Martinelli 11, Federici 7, Demi 2, Gazzetti 6, Pasquini 10, Riccucci 17. All. Iaconi, vice Pasquini.

Solita prova tutta sostanza per Giovanni Federici (Max Photograph)
Solita prova tutta sostanza per Giovanni Federici (Max Photograph)

Come da pronostico, la Dispensa di Campagna fa un sol boccone anche della Pallacanestro Orbetello e mantiene il terzo posto in classifica alle spalle di Grosseto e Don Bosco. Una partita senza storia quella andata in scena in laguna, con Demi e compagni bravi a chiudere i conti nei primi minuti. Oltre ai soliti Pasquini e Ndiaye, si sono distinti Martinelli, Riccucci e un ottimo Giovanni Federici, solidi nel giocare tra le pieghe della partita. Da segnalare, tuttavia, c’è soprattutto l’ottimo esordio del talento bosniaco Luka Mirnic: 27 punti per lui, conditi da 10 recuperi e da tanta voglia di fare bene. Adesso, dopo un paio di sfide agevoli, è però arrivato il momento della partita-verità: sabato, ore 15.45, contro la corazzata labronica del Don Bosco la Dispensa di Campagna potrà veramente capire quale obiettivo fissare per la stagione. Forza ragazzi!


 

U14 – Niente da fare contro la corazzata Grosseto: dopo quattro vittorie si ferma la striscia gialloblu


Pallacanestro Team 90 – Basket Donoratico: 84-40

(34-9; 48-16; 70-32)

Basket Donoratico: Filippi 4, Del Giudice 2, Cameli 3, Pigozzo 2, Tinagli 5, Guerra 4, Gozzoli 2, Venosa 1, Ndiaye 15, Annecchiarico 2, Diop, Tovoli. All. Iaconi.

Buona prova per Alessio Annecchiarico
Buona prova per Alessio Annecchiarico

Niente da fare contro la bestia nera Pallacanestro Team 90 Grosseto per gli U14 di coach Iaconi. I giovani maremmani hanno letteralmente divorato la partita fin dal primo quarto, braccando – con le buone e con le cattive – il talento di Ndiaye senza lasciare a capitan Del Giudice e compagni diritto di replica (9-34 il primo quarto). Uno stop che, al di là dello scarto, ci poteva stare dopo quattro vittorie consecutive, frutto di una fisicità decisamente diversa e di una stanchezza che inizia a farsi sentire in casa gialloblu, dove alcuni giocatori sono impegnati in tre campionati. Da segnalare comunque la bella prova del 2005 Filippo Tinagli, che ha piazzato 5 punti di pregevole fattura contro i mastodontici biancorossi. Domenica, ore 11, ci sarà comunque la possibilità di ripartire subito contro il Meloria Basket 2000, attualmente fermo a quota due punti in classifica. Forza ragazzi!


 

U18 – Derby amaro per i gialloblu: contro Valdicornia arriva il primo stop stagionale


Cavallino Matto Restaurant Donoratico – Valdicornia Basket: 48-56

(9-10; 18-29; 31-41)

Cavallino Matto Restaurant: Bartolini 6, Batistini 2, Matijevic 6, Pierini 2, Fagiolini 5, Cariano 3, Martinelli, Diop, Kuburovic 17, Dal Magro 7. All. Crudeli.

Pavle Kuburovic, miglior marcatore gialloblu
Pavle Kuburovic, miglior marcatore gialloblu

Non riesce la “manita” agli U18 di coach Pablo Crudeli, costretti a cedere al Valdicornia Basket nel derby di categoria. Peccato, perché i gialloblu non si sono certo espressi al meglio delle loro possibilità, incappando in una giornata al tiro da incubo (21 su 56 -37,5%- da due, 0/15 da tre e 6/14 ai liberi) che ha pesato non poco sull’economia della partita. Certo, dall’altra parte c’è stato un ottimo Venturina, solido e concreto nel prendere in mano le redini del gioco fin dal secondo quarto (parziale di 9-19) senza più guardarsi indietro. Anche al rientro dagli spogliatoi, nonostante le iniziative di Pavle Kuburovic e di capitan Niccolò Dal Magro, il Cavallino non è riuscito infatti ad invertire la rotta, incapace di riaprirla davvero nonostante una buona compattezza difensiva. Occasione persa quindi, poiché ad essere mancata è stata soprattutto la grinta sfoderata nelle precedenti uscite. Ad ogni modo, nessun dramma: adesso una settimana di duro lavoro prima di affrontare sabato, ore 18, un tostissimo match sul campo della capolista Basket 2000 Arcidosso, con cui i precedenti rimandano a battaglie fin troppo accese. Forza ragazzi!


 

Serie D – Donoratico serve il tris contro un mai domo Monsummano


Dispensa di Campagna Donoratico – Shoemakers Monsummano: 80-75

(11-18; 37-30; 63-47)

Arbitri: Contu di Livorno e Campana di Vicopisano

Dispensa di Campagna Donoratico: Bartolini 5, Bruci 7, Biagi, Bottoni 4, Manetti 10, Lombardi 15, Unechenskyi 11, Biagioni, Pistillo 24, Sonetti, Creatini, Partigiani 4. All.Crudeli, vice Prescendi.

Gioielleria Mancini Shoemakers Monsummano: Vezzani 5, Marchetti, Mazzanti 3, Calderaro 8, Romano 4, Barneschi, Bellini 20, Rocchi 2, Alikalfic, Mignanelli 9, Martelli 8, Testa 16. All. Matteoni.

La formazione della Dispensa ha giocato con il nastro rosso alla maglia per ricordare la giornata internazionale contro la violenza sulle donne
La formazione della Dispensa ha giocato con il nastro rosso alla maglia per ricordare la giornata internazionale contro la violenza sulle donne

Grande partita quella andata in scena ieri al PalaEuropa di Donoratico. Un’ottima Dispensa di Campagna riesce ad avere la meglio su un mai domo Monsummano, piazzando una grande prova balistica e difensiva nei due quarti centrali. L’inizio della partita era a trazione ospite, con Testa a far male sotto canestro e i gialloblu poco mobili in fase offensiva. A scaldare gli uomini di Crudeli ci pensava un tripla di capitan Bottoni, ma erano ancora i ciabattini a farla da padrone, guidando 3-11 dopo i primi ‘5. Donoratico aveva finalmente un sussulto con Manetti, mentre Pistillo iniziava la prima parte del suo show con 5 punti di pregevole fattura: Calderaro però trovava un siluro dai 6,75 che chiudeva i primi dieci minuti sull’11-18 Shoemakers. Coach Crudeli provava a mischiare le carte e l’impatto della panchina regalava subito una sferzata importante in fase difensiva: Creatini, Manetti (10 punti e 4 assist) ed un concreto Bruci (7 punti e 2 assist) alzavano infatti la pressione, Unechenskyi (11 punti con 5/5 dal campo) troneggiava sotto le plance, e la Dispensa piazzava un 8-0 che la portava per la prima volta con il naso avanti. Monsummano teneva botta con Martelli e Vezzani (23-22), ma ad ergersi protagonista era uno straordinario Lorenzo Pistillo, infallibile dall’arco: 11 punti nel quarto per l’ala classe ’97, con un 3/3 da tre punti (6/9 alla fine, per 24 punti totali e 27 di valutazione). I gialloblu trovavano ritmo e fiducia ed iniziavano a girare a mille: anche al rientro la musica non cambiava, con i locali scatenati in fase offensiva e gli ospiti spinti dai soli Rocchi e Bellini. Lombardi si abbatteva sulla partita come un uragano, piazzando due bombe in un amen: a seguirlo un micidiale Pistillo, innescato dalle pazzesche accelerazioni di Bruci e Manetti. Anche sotto canestro Bartolini e Unechenskyi sembravano incontrastabili, tanto che la Dispensa si trovava ad aprire l’ultimo quarto sul più 16 (63-47). Monsummano però è una grande squadra, e, spinta da Bellini, trovava le forze per tentare di riaprirla. Di altra idea era però Lombardi, che siglava altre due bombe pazzesche e dava il là alla chiusura definitiva dei giochi: benissimo poi anche il ’98 Partigiani sotto canestro, così come l’alternanza in regia di Bottoni, Manetti e Bruci. Negli ultimi minuti gli Shoemakers cercavano un ultimo tentativo, ma ormai era troppo tardi, con un canestro pazzesco di Mignanelli dalla sua area e due liberi di un ottimo Testa a contenere la forbice della sconfitta. Per Donoratico arriva una grande vittoria, e lo è per tanti motivi. Prima di tutto, si tratta del terzo sigillo consecutivo per i ragazzi di Crudeli, che tornano così a respirare aria di playoff; in secondo luogo, è stata colta contro una formazione veramente forte, avversaria diretta e destinata a popolare i piani alti della classifica; infine, si è visto ancora una volta lo spirito di un gruppo ritrovato (15 assist di squadra), dove tutti hanno giocato minuti importanti (ottimi anche quelli di Biagi e Biagioni) e in cui tutti hanno saputo trovare sprazzi di protagonismo. Merito di coach Crudeli e della fame mostrata da questa squadra, pronta ora a far rotta sul campo della capolista Biancorosso Empoli.