Serie D – Reazione Cavallino Matto: vinto lo scontro playoff contro Empoli


Cavallino Matto Donoratico – Biancorosso Empoli: 66-59
(17-8; 36-24; 57-41)

Cavallino Matto Donoratico: Bartolini 5, Spina 5, Martinelli 15, Camarda, Bottoni 3, Manetti 3, Carlotti 5, Bini 10, Biagioni 2, Pistillo 18, Creatini, Partigiani. All. Crudeli, vice Iaconi.

L'unica cosa che conta su di un campo dal basket: la squadra.
L’unica cosa che conta su di un campo dal basket: la squadra.

Vittoria davvero importante per il Cavallino Matto Donoratico, che nello scontro playoff batte con qualche patema finale di troppo il Biancorosso Empoli. Una partita comunque sempre condotta dai ragazzi di coach Pablo Crudeli, bravi a ripartire con il piede giusto dopo il brusco stop di domenica scorsa in quel di Pontedera. A dare una scossa ci pensava subito un sontuoso Lorenzo Martinelli (15 punti per lui), ben coadiuvato sotto le plance da un indomito Marco Bartolini. Nonostante i problemi di falli di Cristiano Spina, la svolta arrivava nel secondo quarto sull’ondata di energia messa in campo dagli under: Ale Manetti spingeva infatti forte sull’acceleratore, mentre un super Francesco Carlotti trovava due grandi giocate che propiziavano un parziale importante. Ad ergersi assoluto protagonista era soprattutto Lorenzo Pistillo, migliore in campo e mortifero dall’arco dei 6,75 (4/7 fine partita per 18 punti totali): erano le sue bombe a concretizzare il primo tentativo di allungo, spingendo i gialloblu sul più 12 dell’intervallo (36-24). Al rientro la musica non cambiava: Elia Bini, pur costantemente raddoppiato dalla difesa ospite, trovava alcune soluzioni vicino a canestro, mentre nella metà campo difensiva Alberto Biagioni e Lele Creatini producevano un gran lavoro sporco che consentiva ai gialloblu di velocizzare la manovra offensiva. Lo strappo si allargava così progressivamente, toccando ad inizio ultimo quarto i 17 punti. Qui però Cavallino commetteva l’errore di rilassarsi troppo, permettendo ad Empoli di recuperare inerzia e di rosicchiare pian piano il distacco fino a tornare sul -3: con i fantasmi del passato pronti a bussare alla porta, era Martinelli a scacciare via ogni paura, piazzando una tripla provvidenziale che chiudeva ogni velleità rimonta e consegnava due punti fondamentali a Donoratico. Con la sconfitta casalinga di Calcinaia, capitan Bottoni e compagni sono così tornati ad occupare in solitaria il quarto posto (grazie a cinque affermazioni nelle ultime sei uscite), attesi ora ad altri tre scontri decisivi prima dell’inizio della fase ad orologio: si patirà domenica prossima proprio in quel di Calcinaia (la prima di due trasferte consecutive, con la seconda nel fortino di Grosseto, ma con un Christopher Sonetti in più nel motore), dove una vittoria potrebbe voler dire davvero tanto nello scacchiere finale.


 

GIOVANILI – Il fine settimana delle formazioni gialloblu


Un fine settimana straordinario per Matteo Cameli
Un fine settimana straordinario per Matteo Cameli

Buon fine settimana per le giovanili del Basket Donoratico. Gli U18 inciampano sul campo di Follonica, ma gli U14 e gli U13 centrano importanti vittorie ai fini della classifica. Ottima prova, nonostante la sconfitta, anche per gli Esordienti. Il dettaglio.
U18. Basket Follonica – Art. Ing Donoratico: 43-29. Art. Ing Donoratico: Dal Magro 4, Macii 2, Pierini, Guerrieri 3, Fagiolini 6, Giomi, Diop 5, Batistini 7, Cariano 2. All. Iaconi. Davvero troppo pochi 29 punti in una partita per poter sperare in una vittoria. Peccato, perchè i gialloblu hanno mostrato grande abnegazione nella propria metà campo, limitando i locali ad un bottino quasi altrettanto scarno. Ad ogni modo, una sconfitta che lascia un po’ di amaro in bocca: con maggiore precisione al tiro (e con un primo quarto chiuso in vantaggio sul 13-14) il risultato avrebbe infatti potuto essere ben diverso. Tra i singoli, buona la prova di Alejandro Batistini, così come quella di Iba Diop. Peccato che qualcuno abbia deciso di abbandonare la barca prima del tempo: il prossimo anno, contro i pari età, siamo infatti sicuri che questo gruppo potrà tornare ad essere protagonista. U14. Dispensa di Campagna Donoratico – Costa d’argento Orbetello: 72-53. Dispensa di Campagna Donoratico: Cristini 2, Giuntini, Ndiaye ne, Aruta 10, Martinelli 21, Paniucci 6, Partigiani 14, Del Giudice 1, Filippi 6, Cameli 10, Venosa 2, Diop. all. Iaconi. Vittoria senza alcun patema per la capolista Dispensa di campagna Donoratico, che fa un sol boccone di Orbetello. Con Ndiaye a riposo e Panicucci utilizzato il minimo sindacale, i gialloblu hanno comunque affrontato con il giusto piglio la prova, chiudendo i conti già a metà partita (36-18). La palma di migliore in campo va ancora una volta ad Edoardo Martinelli (21 punti, 5 recuperi), ma ottime sono state anche le prove di capitan Giordano Partigiani (14 punti e 9 recuperi), Raffaele Aruta e Matteo Cameli, così come quelle di Misha Del Giudice e Jacopo Filippi in cabina di regia. U13. Sei Rose Rosignano – Basket Donoratico: 42-75. Basket Donoratico: Pigozzo, Cameli 15, Filippi 6, Venosa 5, Tinagli 6, Tuci 11, Del Giudice, Gozzoli 2, Ndiaye 30, Ouaragua, Diop. All. Iaconi. Grandissima prestazione, l’ennesima, per gli U13, che sbancano nettamente il campo di Rosignano. Davvero una sontuosa prova corale quella messa in scena dai ragazzi Govi, sostituito per l’occasione da Marco Iaconi: già il primo quarto (7-25) lasciava infatti presagire una netta affermazione, grazie anche alla grande prestazione del solito Moustapha Ndiaye (30) e a quella di un Matteo Cameli scatenato sotto le plance. Non sono certamente stati da meno tutti gli altri, a partire da capitan Tuci fino al 2005 Filippo Tinagli, autore di ben 6 punti. Esordienti. Rosignano – Donoratico: 54-30. Basket Donoratico: Taddei 2, Paoli 5, Endrizzi, Tinagli 11, Federici, Pescucci, Gennai, Gozzoli 4, Martinelli 4, Favilli, Regoli, Ulissi 4. All. Prescendi. Buona prova per gli Esordienti di coach Prescendi, che cedono combattendo sul campo del forte Rosignano. I gialloblu, quasi tutti un anno più piccoli, hanno infatti venduta cara la pelle, giocando con piglio e mordente: bravissimi tutti quindi, con nota di merito per gli 11 punti di Filippo Tinagli e i 5 di Davide Paoli.


DONORATICO BASKET CAMP – RAGAZZI, VI ASPETTIAMO! ISCRIZIONI APERTE FINO AL 31 MARZO!


16682031_736013493223055_2036700522157959815_nSono aperte le iscrizioni per il Donoratico BasketCamp!!! Giunti alla terza edizione, anche quest’anno abbiamo deciso di fare le cose veramente in grande, riservandovi sorprese e novità! Nella splendida cornice del Campastrello Sport di Castagneto Carducci (con il patrocinio del Comune), i ragazzi (nati dal 2003 al 2010) passeranno due settimane di assoluto divertimento, seguiti da uno staff competente e professionale: giusto per dare un po’ di nomi, saranno con noi Pablo Crudeli (responsabile tecnico), coadiuvato nella programmazione da Marco Prescendi e Marco Iaconi, Gianluca Frolli (preparatore atletico della serie B del Basket Cecina e istruttore minibasket), Alessandro Manetti e Alessio Iacopini, coach minibasket dell’Elba Rekord e gran valore aggiunto! Con molti altri invece siamo in contatto: aspettiamo solo l’ufficialità! Il camp si dividerà in due settimane, dalle 8.30 alle 17.30: la prima andrà dal 12 al 16 giugno, mentre la seconda dal 19 al 23 giugno! Il costo per una settimana sarà di 195,00 euro, mentre, per chi volesse immergersi a pieno in questa bellissima esperienza, abbiamo pensato ad una formula “Full camp” da 380,00 euro, con sconto del 15% sulla seconda settimana e sui fratelli! Le iscrizioni termineranno il 31 di marzo (sotto trovate la scheda da compilare e da consegnare entro la data indicata con allegato bonifico di pagamento caparra; l’Iban lo troverete in fondo al foglio): affrettatevi dunque, e non lasciatevi sfuggire questa bellissima avventura! Per ulteriori informazioni, non esitate a scriverci o a chiamarci!

A tutto motore!!!

16939026_743267309164340_9177897761317251357_n


 

 

Serie D – Cavallino Matto a due facce: contro Pontedera arriva una brutta sconfitta


Bellaria Cappuccini Pontedera – Cavallino Matto Donoratico: 65-56
(19-21; 29-38; 45-47)

Cavallino Matto Donoratico: Bartolini 4, Spina 7, Martinelli 10, Camarda, Bottoni 8, Manetti 10, Carlotti, Bini 11, Biagioni ne, Pistillo 4, Creatini 2, Partigiani ne. All. Crudeli, vice Iaconi.

Tanto cuore per Marco Bartolini, autore della solita, concreta, prestazione
Tanto cuore per Marco Bartolini, autore della solita, concreta, prestazione

Il Cavallino Matto che non ti aspetti. Dopo quattro vittorie consecutive, gli uomini di Crudeli inciampano sul campo del Bellaria Pontedera in seguito ad una partita da dimenticare in fretta, eppure giocata decisamente bene per almeno due quarti da Creatini e compagni. L’inizio infatti era targato gialloblu, con una circolazione di palla fluida e tutti gli elementi del quintetto a bersaglio: Pontedera teneva la partita in contatto grazie a Fantoni ed una difesa dura ed arcigna, ma Donoratico sembrava comunque maneggiare con sicurezza le redini dell’incontro. Crudeli trovava buone energie anche dalla panchina: alla metà del secondo quarto era infatti una tripla di Cristiano Spina (sesto uomo di lusso per l’occasione) a propiziare un primo tentativo di allungo che si chiudeva con la bomba del più 9 di Lorenzo Martinelli (uno dei pochi a salvarsi in casa gialloblu) allo scadere. Tuttavia, proprio quando l’inerzia sembrava definitivamente nelle mani degli ospiti, al rientro dall’intervallo lungo arrivava il blackout: sotto canestro, con Bini braccato dai lunghi avversari, solo Bartolini sembrava riuscire a contrastare l’energia dei bianco-verdi, bravissimi nel divorare ogni palla vagante ed ogni rimbalzo. Da un problema di intensità nasceva conseguentemente anche un problema di ritmo offensivo che impediva sistematicamente al Cavallino di concretizzare la grande mole di palle recuperate (5 dal solo Alessandro Manetti) e di trovare con puntualità i tiratori sugli scarichi: Bellaria tornava così a crederci, aprendo l’ultimo quarto sotto di soli due punti. Nella sagra dell’errore degli ultimi dieci minuti Donoratico non riusciva più a trovare la via del canestro, mentre Pontedera azzeccava un paio di giocate preziose che le regalavano slancio, dilagando poi nel finale fino ad una vittoria meritata. Una partita dalle due facce dunque, che il Cavallino deve assolutamente archiviare in fretta: ci sono ancora quattro scontri playoff da giocare, di cui il prossimo tra le mura amiche contro il forte Biancorosso Empoli. Sarà importante però ritrovare soprattutto serenità: anche in questa sciagurata trasferta, difatti, la squadra ha dimostrato di poter essere davvero incisiva solo quando sincronizzata tutta sulla stessa frequenza. Forza ragazzi!!! Il cammino è ancora lungo!


 

GIOVANILI – Il weekend delle formazioni gialloblu


Gran fine settimana per le giovanili del Basket Donoratico. Con gli Under 18 a riposo, gli Under 14 e gli Under 13 battono rispettivamente Valdicornia e Piombino, mentre gli Esordienti si arrendono dopo una grande gara all’US Livorno. U14. Valdicornia Basket – Biagi Dispensa di Campagna Donoratico: 56-75. Biagi Dispensa di Campagna Donoratico: Cristini, Giuntini, Ndiaye 18, Aruta 12, Partigiani 5, Panicucci 28, Tuci 2, Martinelli 8, Del Giudice, Pigozzo, Diop, Santarelli. All. Iaconi. Grandissima prova per l’U14 di coach Iaconi, che sbanca il difficile campo di

Misha Del Giudice: grande la sua prova in cabina di regia nel derby contro Piombino!
Misha Del Giudice: grande la sua prova in cabina di regia nel derby contro Piombino

Venturina con grande autorità, consolidando così il suo primo posto. Una partita non semplice, tuttavia spaccata dai gialloblu già nel primo quarto (10-20) grazie al solito, monumentale, Tommaso Paniucci (28 punti, 21 recuperi, 11 rimbalzi e 6 assist per un irreale 56 di valutazione) e ad una grande prova corale. Sontuoso come sempre Moustapha Ndiaye (18 punti e 9 rimbalzi), concreti Edoardo Martinelli e capitan Giordano Partigiani, ma l’altro grande protagonista stavolta è stato senza dubbio Raffaele Aruta (12 punti), la cui assenza si era fatta sentire non poco nelle scorse partite. Un altro passo importante lungo il cammino di una stagione davvero incredibile per questi ragazzi! U13. Basket Donoratico – Basket Golfo Piombino: 52-38. Basket Donoratico: Pigozzo, Filippi 7, Venosa, Tinagli, Tuci 11, Del Giudice 7, Gozzoli, Ndiaye 25, Santarelli, Ghini, Ouaragua, Diop 2. All. Govi. Affermazione convincente anche per gli U13 di coach Enrico Govi, che battono con un bella prova corale il Basket Golfo Piombino. Un derby assolutamente tosto quello giocato dai gialloblu, alla ricerca di punti importanti per agganciare il terzo posto in classifica: è arrivata così una prestazione tutta sostanza, capace di trovare molti protagonisti e di mostrare ancora una volta i progressi costanti e concreti di questo gran gruppo. Oltre al solito Moustapha Ndiaye (25 punti), si sono distinti infatti Gabriele Tuci e Jacopo Filippi: la palma di migliore in campo va però ad un grande Misha Del Giudice, che ha gestito con grande maturità la regia, aggiungendo anche sette preziosissimi punti. Esordienti. Basket Donoratico – US Livorno: 39-44. Basket Donoratico: Paoli 2, Endrizzi 1, Parlanti, Tinagli 7, Federici 2, Pescucci, Gennai 2, Gozzoli 4, Martinelli 12, Favilli 2, Regoli 1, Ulissi 6. All. Prescendi. Ottima prestazione per gli Esordienti di coach Prescendi, che vanno ad un passo dal colpaccio contro la coriacea US Livorno. Una prova di crescita assoluta quella messa in mostra dai giovanissimi gialloblu, considerando anche che il match di andata era stato vinto dai labronici 58-21! Bellissima prova corale dunque, con menzioni per Michele Martinelli, Pietro Ulissi, Filippo Tinagli, Gianluca Gozzoli ed una bravissima Lara Parlanti, che ogni volta fa penare non poco gli avversari maschietti! Tutto il gruppo ha comunque risposto presente, dimostrando di essere sulla strada giusta: bravissimi!


Serie D – Il Cavallino Matto ingrana la quarta: grande prova contro Valdicornia


Cavallino Matto Donoratico – Studio Arcadia Valdicornia: 77-57
(22-14; 37-34; 52-44)

Cavallino Matto Donoratico: Bartolini 4, Spina 13, Martinelli ne, Camarda, Bottoni 4, Manetti 17, Carlotti 1, Bini 19, Biagioni, Pistillo 15, Creatini 2, Partigiani. All. Crudeli, vice Iaconi.

Sontuosa prestazione di Ale Manetti: 17 punti per il play gialloblu
Sontuosa prestazione di Ale Manetti: 17 punti per il play gialloblu (Foto Sabina Matteucci)

Il Cavallino Matto ingrana la quarta e centra una grande vittoria casalinga nel derby contro Valdicornia. Davvero una prova di sostanza quella prodotta dalla squadra di Crudeli, frutto di ingranaggi sempre più fluidi e di una solidità di gruppo tale (e l’esultanza della panchina ad ogni canestro lo dimostra) da ammortizzare le pesanti assenze di Lore Martinelli e Chris Sonetti. Cornice di pubblico da grandi occasioni e tanto entusiasmo nell’aria per una partita mai come le altre: ne giovava anche il gioco, dando subito inizio ad una gara spumeggiante e combattuta. Valdicornia (squadra giovane e concreta, che non merita affatto questa classifica) si aggrappava fin dai primi possessi ai punti del grande ex Emiliano Vicenzini (bellissima prova la sua) e di Magnolfi, ma i locali tenevano testa grazie a sei centri del solito Elo Bini ed alle iniziative di un Ale Manetti indemoniato. A propiziare il primo strappo era però un Lorenzo Pistillo caldo come una stufa, che con 11 punti e tre triple consecutive portava Donoratico avanti di otto alla prima pausa. Nella seconda frazione i gialloblu calavano di intensità, complice anche un’arcigna difesa ospite che permetteva agli uomini di Biancani di creare rapidi contropiede e di bloccare la circolazione di palla del Cavallino: il risultato era un 37-34 all’intervallo lungo che lasciava presagire una seconda metà di gara decisamente combattuta. Il terzo quarto sembrava infatti proseguire sul filo dell’equilibrio, quando però le rotazioni di Donoratico iniziavano a produrre grazie al solito Manetti, alla lucida regia di capitan Bottoni, ad un ottimo Carlotti e al dominio sotto le plance di Marco Bartolini (17 rimbalzi!), Bini e Pistillo (autore anche di tre grandi stoppate). Gli ultimi dieci minuti diventavano così un monologo locale, con uno strepitoso Cristiano Spina (prova di grandissima concretezza, uno dei migliori in campo con 13 punti, 7 rimbalzi e 5 falli subiti), un solido Lele Creatini e le grandi giocate di Manetti e Bini, autore peraltro di una schiacciata da cineteca che ha fatto letteralmente esplodere il palazzetto. Una vittoria davvero importante quindi, la quarta consecutiva per un gruppo che adesso si troverà ad affrontare ben cinque scontri diretti in ottica play-off prima dell’inizio della fase ad orologio. Ad ogni modo, con il quarto posto ben saldo in tasca (pur in coabitazione con Lucca) e con questa energia sembra essere finalmente tornata ad accendersi la stessa scintilla che lo scorso anno portò questi ragazzi ad un passo dall’impresa. Prossimo appuntamento domenica, ore 18, sul difficile campo del Bellaria Pontedera. Forza leoni!


GIOVANILI – La settimana delle formazioni gialloblu


Edoardo Martinelli, decisivo nel successo dell'U14 contro Grosseto
Edoardo Martinelli, decisivo con 17 punti nel big-match dell’U14 contro Grosseto

U18. Basket Argentario – Art. Ing Donoratico: 57-38. Art. Ing Donoratico: Dal Magro 7, Giomi, Pierini 3, Batistini 11, Cariano 5, Fagiolini 9, Guerrieri, Argentieri 1, Tommasini 2, Macii. All. Iaconi. Buona prestazione per gli U18 di coach Iaconi, che chiudono una difficile prima fase in netta crescita. Dopo le belle cose fatte vedere contro Pisa, Francesco Fagiolini e compagni si sono confermati anche sul campo dell’Argentario, considerando i due anni di differenza tra i giocatori delle compagini: ottima la fase difensiva, in crescita quella offensiva, con prove importanti da parte di Batistini (11 punti), Fagiolini e Dal Magro. Adesso la seconda fase, dove i gialloblu si troveranno a fronteggiare formazioni certamente più alla loro portata: l’importante è non mollare, continuando su questa strada. I miglioramenti evidenti lasciano infatti ben sperare, così come l’affiatamento di un gruppo che il prossimo anno, contro i pari età, farà vedere sicuramente cose egregie. U14. Dispensa di campagna Donoratico – GEA Grosseto: 91-65. Dispensa di campagna Donoratico: Cristini, Giuntini, Ndiaya 10, Aruta 9, Partigiani 4, Paniucci 37, Tuci 3, Martinelli 17, Del Giudice 2, Filippi 6, Pigozzo, Venosa 3. All. Iaconi. Devastante prestazione per gli U14 di coach Iaconi, che archiviano il passo falso di Cecina facendo un sol boccone della seconda in classifica GEA Grosseto. Un messaggio forte e chiaro quello lanciato dalla capolista, spinta da un Tommaso Paniucci in versione mostre (37 punti, 18 rimbalzi, 8 recuperi e 9 assist, veramente una prova da capogiro per il prospetto locale) e da un Edoardo Martinelli finora protagonista di una

Jacopo Filippi, 8 punti importanti con l'U13 in quel di Cecina
Jacopo Filippi, 8 punti importanti con l’U13 in quel di Cecina

stagione da urlo (altri 17 punti per lui). Al PalaEuropa non c’è stata mai storia, con i primi due quarti chiusi avanti 23 dai gialloblu (49-26): ottime anche le prove di Ndiaye e Aruta, così come quelle dei 2004 Del Giudice, Filippi e Venosa. U13. Basket Cecina B – Basket Donoratico: 68-69. Basket Donoratico: Pigozzo, Cameli 8, Filippi 8, Venosa, Tinagli 2, Tuci, Del Giudice 6, Gozzoli, Ndiaye 41, Ghini, Ouaragua, Diop 2. All. Govi. Strepitoso successo per gli U13 di coach Govi, che sbancano all’ultimo tuffo Cecina nel derby valido per il terzo posto. Una partita davvero bellissima, giocata a viso aperto da entrambe le compagini: fenomenale la performance di Moustapha Ndiaye, autore di 41 punti, ma tutta la squadra ha prodotto una prova di grande sostanza, partendo da Matteo Cameli, autore del canestro decisivo, e da Diop, al primo sigillo in carriera. Benissimo anche Del Giudice e Filippi in quello che può essere definito uno dei successi più belli dell’anno! Bravissimi! Esordienti. Cecina A – Donoratico: 73-44. Basket Donoratico: Endrizzi 1, Parlanti, Tinagli 8, Pescucci, Spinelli 4, Gennai, Gozzoli 2, Martinelli 23, Favilli, Regoli, Ulissi 6. All. Prescendi. Bella prova, nonostante la sconfitta, per gli Esordienti di Marco Prescendi, che rispetto al match di andata  hanno messo in mostra netti miglioramenti su entrambi i lati del campo. Cecina è davvero un’avversaria tostissima, ma i giovanissimi gialloblu hanno venduta cara la pelle, spinti da un super Michele Martinelli (23 punti) e da una grande prova di gruppo. Avanti così! Scoiattoli. Elba Rekord – Basket Donoratico. Tabellino: Prescendi 8, Banchini 4, Franceschini 6, Asani, Paoli 5, Tuci 11, Tinagli 5, Simi, Motta, Isoppo 2. All. Prescendi. Bellissima vittoria anche per i nostri Scoiattoli, che espungano il campo dell’Elba vincendo 4 tempini e pareggiandone 1. Tutti grandi protagonisti! Bravissimi!


Serie D – Cavallino Matto a tutto gas sul campo di Pisa: terzo sigillo consecutivo ed ancora under protagonisti


CUS Pisa – Cavallino Matto Donoratico: 60-81

(19-18; 32-37; 42-57)

Cavallino Matto Donoratico: Bartolini 5, Spina 9, Martinelli ne, Camarda 8, Bottoni 4, Manetti 14, Carlotti 10, Bini 7, Biagioni 4, Pistillo 10, Creatini 10, Partigiani. All. Crudeli, vice Iaconi.

Emanuele Creatini sembra aver cambiato decisamente marcia nelle ultime uscite: 10,5 di media per lui, con 4,3 recuperi (Foto Sabina Matteucci)
Emanuele Creatini sembra aver cambiato decisamente marcia nelle ultime uscite: 10,5 di media per lui, con 4,3 recuperi (Foto Sabina Matteucci)

Che Cavallino Matto! Pur privi di Sonetti e con Martinelli inutilizzabile, i gialloblu di coach Pablo Crudeli asfaltano il CUS Pisa e centrano il terzo sigillo consecutivo, agganciando Lucca sul gradino più basso del podio. Una vittoria che porta la firma della squadra, con una straordinaria prestazione degli under, capaci di mettere insieme un bottino totale di 42 punti. La partita di fatto durava un quarto, quando Pisa riusciva a restare a galla grazie alle penetrazioni di un ottimo Guidotti e alla triple di Scammacca: Emanuele Creatini però teneva i suoi in linea con sette punti nei primi dieci minuti, mentre nella seconda frazione era un fondamentale Matteo Camarda a mettere subito in crisi la zona locale con due siluri dai 6,75. Donoratico passava così a guidare le danze, controllando i tabelloni con un ottimo Spina e trovando canestri preziosi grazie alla fisicità di Bartolini e Bini. Lo strappo decisivo veniva però propiziato nel terzo quarto, quando Ale Manetti (14 punti) si abbatteva come un uragano sulla partita e Creatini e Spina proseguivano con la loro prova tutta sostanza: a chiudere definitivamente i giochi ci pensava poi un super Francesco Carlotti, classe ’98, che con 10 punti in un amen spegneva ogni velleità locale. L’ultima frazione tuttavia non era affatto una parata: il Cavallino controllava i tentativi di rientro universitari grazie alle giocate importanti di Lorenzo Pistillo, ad un grande Alberto Biagioni ed alla lucida regia di Niccolò Bottoni, dando minuti importanti anche al lungo Damiano Partigiani, rientrato dopo quasi due mesi di stop. Si concretizzava così un’affermazione importante, utile anche a cancellare il brutto ko patito nel match di andata: buone notizie sono arrivate oltretutto dagli altri campi, dove la sconfitta di Lucca sul difficilissimo parquet di Grosseto ha permesso a Bini e compagni di agganciare il terzo posto. Nonostante gli infortuni stiano continuando a prendere di mira i gialloblu, la squadra ha saputo rispondere comunque presente, trovando energie e prestazioni davvero incredibili nei suoi ragazzi più giovani: con un gruppo così unito e omogeneo, si può davvero tornare a sognare in grande. Prossimo appuntamento sabato, ore 18.30, in casa per il derby contro Valdicornia.


GIOVANILI – Il fine settimana delle formazioni gialloblu


Super prova per Filippo Tinagli, autore di 24 punti contro la Labronica
Super prova per Filippo Tinagli, autore di 24 punti contro la Labronica

Fine settimana ricco di soddisfazioni per le giovanili del Basket Donoratico. L’Under 18 è uscita a testa alta contro il CUS Pisa confermando il proprio percorso di crescita, mentre gli Under 14, gli Esordienti, gli Aquilotti e gli Scoiattoli si sono resi protagonisti di grandissime prove. Turno di riposo invece per l’Under 13 di coach Govi.
U18. Art. Ing Donoratico – CUS Pisa: 41-69. Art. Ing Donoratico: Dal Magro, Batistini, Macii, Pierini, Guerrieri, Fagiolini, Giomi, Argentieri, Tommasini, Cariano. All. Iaconi. Non inganni il punteggio roboante, maturato solo nell’ultimo quarto dalla formazione pisana. I gialloblu di coach Iaconi si sono resi protagonisti di una grande prova, chiudendo in vantaggio i primi dieci minuti e restando a strettissimo contatto fino alla metà del terzo quarto, quando le energie sono inevitabilmente venute meno contro una squadra composta da ragazzi di due anni più grandi. Una prestazione che conferma il grande percorso di crescita di questi ragazzi, giunti ora ad una sola partita dal terminare una prima fase impossibile, eppure giocata con orgoglio e coraggio: strepitoso ancora una volta Francesco Fagiolini, ma tutto il gruppo ha risposto presente, mostrando voglia di lottare e spirito di squadra.
U14. Basket Pomarance – Dispensa di Campagna Donoratico: 33-85. Dispensa di Campagna Donoratico: Cristini 4, Giuntini 2, Ndiaye 22, Aruta 14, Partigiani 8, Tuci 2, Martinelli 15, Del Giudice 6, Filippi 4, Pigozzo 4, Cameli 4, Venosa. All. Iaconi. Senza storia lo scontro testa-coda in quel di Pomarance, con i gialloblu di coach Iaconi che si impongono nettamente pur senza il loro leader Tommaso Paniucci. Partita chiusa già nei primi minuti grazie al solito Ndiaye e ad un super Edoardo Martinelli, che sta producendo una stagione davvero di alto livello. Ottime anche le prove di Aruta e Partigiani, ma menzioni di merito vanno al 2004 Misha Del Giudice, molto preciso in cabina di regia, e a Sebastiano Pigozzo e Damiano Giuntini, autori di prestazioni molto convincenti.
Esordienti. Basket Donoratico – Labronica Basket: 44-40. Donoratico: Taddei, Paoli 4, Tinagli 24, Federici, Pescucci, Spinelli, Gennai, Gozzoli 2, Martinelli 9, Favilli 1, Ulissi 4, Regoli. All. Prescendi. Grandissima vittoria per gli Esordienti di coach Prescendi, che battono con grande carattere la Labronica. Una prestazione di squadra davvero degna di nota, con Filippo Tinagli (24 punti) e Michele Martinelli in grande evidenza.
Aquilotti e Scoiattoli. Soddisfazioni anche dai più piccoli in casa gialloblu. I primi hanno battuto la Labronica Basket Nera, mentre i secondi hanno avuto la meglio sulla Libertas Livorno. Bravissimi bimbi, avanti così!


Serie D – Cavallino Matto senza patemi contro Versilia: la linea verde crea lo strappo decisivo


Cavallino Matto Donoratico – Versilia Basket 2002: 88-63

(16-15; 40-28; 67-48)

Cavallino Matto Donoratico: Bartolini 10, Spina 12, Martinelli ne, Camarda 10, Bottoni 10, Manetti 7, Carlotti, Bini 12, Biagioni, Creatini 11, Pistillo 16. All. Crudeli, vice Iaconi.

Gran prova per Lorenzo Pistillo: 16 punti con due triple importanti (Foto Sabina Matteucci)
Gran prova per Lorenzo Pistillo: 16 punti con due triple importanti (Foto Sabina Matteucci)

Ottima affermazione per il Cavallino Matto Donoratico, che bissa il successo di Castelfranco battendo senza patemi un mai domo Versilia Basket 2002. Con Lorenzo Martinelli in panchina ma inutilizzabile (assente il lungo Tyler dall’altra parte), i gialloblu ci mettevano più del solito ad ingranare, subendo le ottime iniziative offensive degli orange. Era un concreto Cristiano Spina (29 punti nelle ultime due uscite) a sbloccare i locali, che tuttavia dovevano rinunciare dopo pochissimi minuti anche a Christopher Sonetti, messo a riposo cautelare da coach Crudeli per un fastidio muscolare. Ale Manetti e capitan Bottoni (bune prove per gli esterni gialloblu, bravissimi nel far girare gli ingranaggi) provavano a dare la sveglia definitiva, ed era proprio Manetti a siglare il primo vantaggio Cavallino a dieci secondi dalla fine del primo quarto. Sulla scia dell’inerzia, la seconda frazione vedeva un rapido cambio di palcoscenico: Matteo Camarda (10 punti e una prestazione di grande personalità) entrava e cambiava subito ritmo alla sfida, aumentando l’intensità difensiva ben coadiuvato da un devastante Emanuele Creatini (11 punti, 8 rimbalzi, 5 recuperi, 2 assist e 2 stoppate) e da un sontuoso Lorenzo Pistillo, top scorer con 16 punti di pregevole fattura. Anche Francesco Carlotti portava mattoni importanti nel primo tentativo di strappo, permettendo a Donoratico di andare al riposo lungo su di un confortante più 12 (40-28). Al rientro Elia Bini premeva leggermente sull’acceleratore (12 punti con un fil di gas per l’ala gialloblu, immancabile nel pitturato) e, assieme ad un concreto Marco Bartolini (10 punti e 8 rimbalzi per il totem gialloblu), al solito Pistillo e ad uno stoico Alberto Biagioni permetteva al Cavallino di scappare definitivamente, scollinando oltre i venti punti di vantaggio. Versilia trovava un’ultima, timida, reazione, ma era una tripla di Camarda a stoppare definitivamente ogni velleità di rimonta per Leonardi e compagni, consegnando così una vittoria limpida e collettiva (7 uomini in doppia cifra, segno di una grande distribuzione offensiva). Inutile sottolineare l’importanza di due punti che, oltre a portare morale e fiducia, rafforzano un quarto posto da difendere con le unghie e con i denti anche domenica, ore 20, sul campo del CUS Pisa, cercando di rimediare ad una sconfitta – quella del match di andata – che ancora grida vendetta.