U16 – Gialloblu strepitosi nel derby: Batistini trascina i suoi alla vittoria contro Valdicornia


Valdicornia Basket – Cavallino Matto Donoratico: 52-54

Parziali: 17-18; 28-27; 37-48.

Basket Donoratico: Dal Magro 4, Paffi, Fagiolini 13, Guerrieri 1, Diop, Giomi 2, Cariano, Argentieri 5, Batistini 27, Cavallini 2. All. Govi.

Strepitoso Alejandro Batistini: 27 punti, 16 nel primo quarto, con ben tre bombe
Strepitoso Alejandro Batistini: 27 punti, 16 nel primo quarto, con ben tre bombe

Fantastica impresa gialloblu! Gli Under 16 di Enrico Govi riscattano con gli interessi la brutta sconfitta patita contro lo IES Pisa, espugnando il campo di Valdicornia al termine di un derby avvincente e decisosi nel finale. Una vittoria fondamentale, a firma di tutto il gruppo, arrivata per giunta su uno dei parquet più difficili del girone, teatro nelle giornate passate della caduta di alcune tra le formazioni più accreditate. Guardando alla cronaca del match, l’inizio era all’insegna dell’equilibrio, con i gialloblu trascinati da un Alejandro Batistini devastante (16 punti solo nel primo quarto, 27 alla fine, con 3/4 da tre, 7/10 da due e 4/5 ai liberi) e dal solito Francesco Fagiolini (13 alla fine): i ragazzi di Bertini, però, restavano a stretto contatto, e grazie ai canestri della stellina serba Cetkovic (22 alla fine) riuscivano ad arrivare all’intervallo lungo con il naso avanti di una lunghezza (28-27). Era però nella terza frazione che la truppa di Govi costruiva il parziale decisivo, assestando una spallata decisiva ai cugini: 9-21 il break, propiziato da una grande difesa collettiva e dall’intensità di Niccolò Dal Magro (4 punti, 4 assist e ben 7 recuperi), Giacomo Giomi e Giovanni Argentieri (5 punti ed una bomba pesante per la miglior prestazione stagionale). Valdicornia però non ci stava, e negli ultimi dieci minuti iniziava a rosicchiare pericolosamente il margine, avvicinandosi di nuovo fino al -2 con due bombe consecutive del solito Cetkovic: Batistini, però, trovava altri 5 punti decisivi, mentre Dal Magro dalla lunetta segnava il libero della staffa che sanciva il successo gialloblu. Davvero una grande prova per questi ragazzi, che continuano nella loro ottima stagione: 2 punti in grado di portare nuovamente nel mirino il quinto posto, ma che, al di là di ogni mera considerazione di classifica, forniscono soprattutto entusiasmo e voglia di lavorare ancora più forte. Bravissimi, e avanti così!


 

U13 – Gialloblu ancora a segno: al PalaEuropa cade anche Grosseto

Basket Donoratico – Pallacanestro Grosseto A: 74-69

Parziali: 15-15; 30-28; 44-44.

Basket Donoratico: Dore 1, Partigiani 2, Invernizzi 9, Riccucci 15, Panicucci 41, Cristini, Franci, Martinelli, Del Cherico, Giuntini. All. Iaconi.

Tommaso Panicucci: 36,6 punti a partita in questa seconda fase, 43 di media nelle ultime due
Tommaso Panicucci: 36,6 punti a partita in questa seconda fase, 43 di media nelle ultime due (Max Photograph)

Partita avvincente e combattuta in Piazza Europa, ma alla fine sono ancora i ragazzi di Iaconi a spuntarla. Un’altra grande prestazione per questo gruppo eccezionale, capace di battere una formazione davvero notevole come la Pallacanestro Grosseto A nonostante le pesantissime assenze del totem Moustapha Ndiaye, in panchina a soffrire assieme ai compagni con due stampelle di troppo, di Raffaele Aruta e di Giulio Biagioni. I locali partivano molto bene, con  Tommaso Panicucci a distribuire il gioco e con Pietro Riccuci (15 punti) a finalizzare: Grosseto, però, faceva presto valere il suo atletismo, conquistando un gran numero di secondi possessi e finalizzando il più sei a metà del primo quarto. Donoratico reagiva, grazie ad un grandissimo Edoardo Martinelli in fase difensiva e all’ennesima

L'esultanza a fine partita: strepitosi! (Max Photograph)
L’esultanza a fine partita: strepitosi! (Max Photograph)

prova mostruosa del solito Panicucci (41 punti, 15 rimbalzi, 22 falli subiti, 7 recuperi), portandosi all’intervallo lungo con il naso avanti (30-28). I secondi venti minuti divenivano così un coacervo di emozioni e continui ribaltamenti al comando, con i maremmani che, alla metà dell’ultimo quarto, sembravano poter assestare il colpo del ko alla stanchezza gialloblu: ancora una volta, ad ogni modo, Simone Dore (estremamente positiva la sua prova) e compagni trovavano il colpo di reni vincente, grazie anche al rientro in campo di Ale Invernizzi che, con tre canestri pregevoli, dava ossigeno e slancio ai suoi, amministrando molto bene in cabina di regia. A completare l’opera ci pensavano poi Giordano Partigiani e lo stesso Panicucci, confezionando così la quarta vittoria su cinque in questa avvincente e difficile seconda fase. Oltre ogni più rosea previsione, arriva così un’altra bellissima affermazione, frutto dell’unità e dello spirito di questa grande squadra, che coach Iaconi è stato davvero eccezionale nel plasmare: ogni fine settimana in campo si vedono miglioramenti, fiducia e voglia di fare bene, ed i risultati, difatti, stanno lì a dimostrarlo. Forza ragazzi, continuiamo così!


Serie D – Dal sogno alla realtà: dei fantastici gialloblu frenano la corsa della Labronica

Basket Donoratico-Labronica Basket 74-70

CAVALLINO MATTO DONORATICO: Bartolini 4, Spina 7, Martinelli 16, Bottoni 20, Manetti 6, Frolli, Bini 19, Davitti ne, Creatini 2, Partigiani. All. Crudeli, vice Iaconi.

BON TON LIVORNO: Vicenzini 2, Paolini 5, Spinelli 9, Giusti 12, Barontini 4, Armillei 5, Terreni, Giardini 13, Mariannelli, Niccolai 20. All. Bellavista.

ARBITRI: Salvo di Pisa e Marabotto di Piombino
PARZIALI: 14-11, 43-33, 62-47

Niccolò Bottoni: super, sia in attacco che in difesa.
Niccolò Bottoni: super, sia in attacco che in difesa (Foto Sabina Matteucci)

“I limiti, come le paure, sono solo illusioni”. Senza scomodare Jordan, non troviamo veramente parole più efficaci per descrivere quello che oggi i nostri ragazzi hanno realizzato, fermando la corsa di una squadra pazzesca come la Labronica Livorno (che arrivava da 11 vittorie consecutive) grazie ad una prestazione magistrale, senza dubbio la più bella della stagione. Un gruppo solido, coeso, che ci ha creduto dalla palla a due alla sirena finale, spalmando grandissima intensità su tutti e quaranta i minuti grazie anche alla gestione perfetta di coach Pablo Crudeli, bravissimo nel preparare la partita assieme al suo staff durante la settimana. L’inizio era subito in grande equilibrio, con Niccolai e Spinelli a rispondere a Martinelli e Bini: i gialloblu, però, spinti da un Niccolò Bottoni monumentale (20 punti, una prova da leader assoluto), da Elia Bini, confermatosi ancora una volta stellare per questi livelli (19 punti, con una grande prova balistica anche dall’arco dei tre punti), dalla verve di Ale Manetti (6 punti pesanti e tanta difesa) e da un concreto Lele Creatini, provavano a mettere in atto un precoce tentativo di fuga, toccando anche il più 12 prima che una canestro di “Izio” Giusti – sempre spettacolare da vedere – accorciasse le distanze sulla sirena (43-33). Al rientro dagli spogliatoi, Labronica ci provava ancora con Giardini e Niccolai, ma il Cavallino Matto replicava grazie ad un Cristiano Spina solidissimo in difesa, ben coadiuvato da un Bartolini tutto cuore (ancora una volta su una gamba sola, “Baco” non si è mai tirato indietro) e da un Lorenzo Martinelli strepitoso (16 punti, tutti preziosi, e tanto gioco creato per i compagni), tornato assolutamente sui suoi livelli: Gianluca Frolli e Bini inoltre si muovevano bene contro la ottima 3-2 ospite, portando i gialloblu a creare buonissimi tiri che, con le triple di Spina e Martinelli, divenivano il mezzo per dilatare la forbice fino al più 16.

Lorenzo Martinelli: decisivo nei momenti topici della partita
Lorenzo Martinelli, decisivo nei momenti topici della partita (Foto Sabina Matteucci)

Ma Labronica è una squadra che non molla mai: trascinata da Giusti, Niccolai e dal nostro grande ex Emiliano Vicenzini, piazzava difatti un min-break che sembrava poter riaprire i giochi, prima che un contropiede di Manetti riportasse Donoratico avanti di otto. A mezzo minuto dalla fine, così, dopo un grande jump di Bottoni ed un recupero di Manetti, sul più sei Bini si involava in contropiede per schiacciare il punto esclamativo: la palla però scivolava sul secondo ferro, e dal contropiede Livorno cavava una tripla fulminea di Niccolai che riportava i suoi sul meno tre. Rimessa gialloblu, pasticcio, contesa, tecnico a Giardini, che, con una protesta inutile, regalava una grande boccata di ossigeno al Cavallino: Bottoni convertiva la penalità, Bini chiudeva i conti e la gioia poteva finalmente essere sprigionata, con la consapevolezza di aver compiuto una vera e propria impresa, di quelle che segnano un campionato. Una partita bellissima, corretta dentro e fuori dal campo, disputata contro una grande squadra ed una grande società, alla quale facciamo il più sincero in bocca al lupo per il prosieguo del torneo: questo Donoratico, come ha sottolineato il nostro Ds Simone Spina, oggi però ha dimostrato ancora una volta di giocare con testa, cuore e palle, confezionando la terza affermazione consecutiva e restando imbattuto nel girone di ritorno; alla luce dei risultati dagli altri campi, oltretutto, il terzo posto è adesso ancora più solido, in attesa della prossima sfida sul campo dei cugini di Venturina. Insomma, grazie ragazzi. Gruppo vero, squadra vera, risultato meritato e voluto. Continuiamo a sognare insieme, perché sognare, in fondo, non costa davvero nulla!

La cronaca su ToscanaBasketLive:

http://www.toscanabasketlive.it/campionati-regionali/serie-d/3-serie-d/13055-cavallino-matto-di-slancio-i-gialloblu-fermano-la-corsa-della-labronica


 

Scoiattoli – Due buone partite per i nostri bambini!

Doppio impegno per i piccolissimi, che giocano in due giorni le prime due partite di campionato. Sabato in casa contro Elba Rekord, i piccoli gialloblu hanno rimediato una sconfitta (0-6), mentre molto meglio è andata domenica in quel di Cecina (una squadra composta da tutti 2008, molto bravi), con una prestazione in crescita. due tempi persi di misura, uno pareggiato ed uno vinto. Quindi un 4-1 finale che comunque ha lasciato contenti i nostri bambini, ricordando che stiamo affrontando il campionato 2007/08 con ben sei 2009!!!!. Il gruppo: Allegrini Fabrizio, Franceschini Andrea, Tinagli Cosimo, Tuci Gianluca, Prescendi Matteo, Ciaperoni Tommaso, Paoli Gabriele, Santini Matteo, Banchini Alessio, Prescendi Samuele, Tuci Giacomo, Culcasi Daniele. All.re Prescendi.


Aquilotti – Gialloblu a tutto motore: belle prove per i nostri ragazzi!


Aquilotti Gialli

Basket Donoratico – Don Bosco Livorno: 5-1

Pallacanestro Livorno – Basket Donoratico: 6-0

La formazione: Gennai Edoardo, Martinelli Michele, Taddei Matteo, Endrizzi Matteo, Favilli Giulio, Isoppo Marco, Federici Federico, Pescucci Lorenzo, Ulissi Pietro, Parlanti Lara, Topi Tommaso, Paoli Davide. All.ri Spina e Crudeli.

Bravissimi i nostri Aquilotti Gialli, che conquistano una grandissima vittoria contro il Don Bosco Livorno vincendo ben 5 tempi sui 6 disputati: un’affermazione che dà prestigio e soddisfazione, impossibile però da ripetere contro la fortissima Pallacanestro Livorno, composta da ragazzini veramente eccezionali per quest’età. Anche il match contro le “triglie”, ad ogni modo, è stato una bella occasione di crescita, che farà senz’altro bene al già ottimo percorso che questo gruppo sta percorrendo. Forza ragazzi!

Aquilotti Blu

Sei Rose Rosignano – Basket Donoratico: 1-5

Il gruppo: Tinagli Filippo, Gozzoli Gianluca, Cavallini Andrea, Diop Babacar, Pulizzi Samuele, Spinelli Nicola, Giuntini Cosimo, Regoli Cristian, Prescendi Samuele, Tuci Giacomo, Culcasi Daniele. All.re Paffi.

Continua il cammino imbattuto per il gruppo misto 2005-2006-2007 degli Aquilotti Blu, capaci di espugnare il campo del Sei Rose Rosignano vincendo 5 tempini su 6. Dopo aver perso il primo, infatti, la situazione è stata nettamente ribaltata, con i giovani gialloblu trascinati dai “più esperti” Tinagli e Gozzoli: ad ogni modo, grande prova collettiva, con tutti i bambini a canestro! Avanti così!


 

 

Esordienti – Strepitosi gialloblu: grande vittoria contro la Libertas Liburnia


Basket Donoratico – Libertas Liburnia: 51-11

Basket Donoratico: Tinagli Filippo, Gozzoli Gianluca, Del Giudice Misha, Filippi Jacopo, Tuci Gabriele, Cameli Matteo, Serni Marco, Annicchiarico Alessio, Venosa Nico, Pigozzo Sebastiano, Yonusse Ouaragua. All. Marco Prescendi.

Coach Marco Prescendi: seconda vittoria consecutiva per i suoi ragazzi
Coach Marco Prescendi: seconda vittoria consecutiva per i suoi ragazzi

Strepitosa vittoria dei nostri Esordienti, che dopo il grande blitz di Livorno contro la Pl confermano i progressi fatti, strappando due punti netti alla Libertas Liburnia tra le mura amiche. Una vittoria arrivata nonostante la pesante assenza di Moustapha Ndiaye, sopperita però egregiamente dai giovani leoni gialloblu, trascinati dai canestri di Jacopo Filippi e Misha Del Giudice e dalla solita grinta di squadra: tutti, infatti, hanno contribuito a conquistare questa preziosa affermazione, prova di maturità e di crescita per un gruppo che sta palesando ogni volta sempre più sicurezza. Ottima prova corale dunque, che dà fiducia e coraggio in vista della prossima missione impossibile, domenica in casa contro l’imbattuta Labronica Livorno. Forza ragazzi, il coraggio di certo non vi manca: continuiamo così!


 

U16 – I gialloblu non riescono a ripetersi dopo il colpo a San Miniato: contro Pisa arriva una sconfitta


Cavallino Matto Donoratico – IES Pisa: 29-60

Parziali: 6-17; 13-35; 20-48.

Cavallino Matto Donoratico: Dal Magro 9, Paffi, Fagiolini 6, Guerrieri 4, Diop 1, Giomi 2, Cariano 4, Argentieri 1, Nicolò, Batistini, Cavallini 2. All. Govi.

Francesco Fagiolini in azione
Francesco Fagiolini in azione

Non riesce stavolta l’impresa ai gialloblu di Enrico Govi, piegati dall’influenza e da un approccio sbagliato alla partita. I ragazzi, reduci da una settimana piuttosto travagliata dal punto di vista degli allenamenti, hanno provato a contrastare l’offensiva della squadra pisana, battuta nel girone di andata con una prestazione mostruosa da parte di Fagiolini e compagni. Stavolta però le condizioni non erano certo ottimali, e gli ospiti ne hanno approfittato fin dai primi minuti, scavando il solco decisivo (giù più 22 all’intervallo lungo). Dopo la grande impresa di San Miniato, ad ogni modo, una sconfitta che non lascia strascichi, arrivata peraltro – come già evidenziato – con i ragazzi assolutamente lontani dalla loro condizione ottimale. Tra i singoli, buona la prestazione di Niccolò dal Magro, anche lui tuttavia non incisivo come altre volte, così come quella di Guerrieri, autore di due bei canestri. Adesso l’importante sarà ricaricare le pile e non buttarsi giù, perché questo gruppo ha dimostrato già più volte di avere le carte in tavola per giocarsela anche contro le migliori: la trasferta di domenica, ore 16, sul campo del Vadicornia Basket (battuta nel match di andata 66-51) potrebbe già rappresentare un punto di partenza, nonostante il gran momento di forma del team guidato da Bertini. Forza ragazzi, proviamoci!


 

 

U13 – Gialloblu da sogno: espugnata Siena con un Panicucci extraterrestre


Costone Siena – Basket Donoratico: 72-80

Parziali:17-11, 33-36; 49-56

Basket Donoratico: Invernizzi 6, Cristini, Partigiani 5, Panicucci 45, Martinelli, Dore, Franci 2, Riccucci 13, Ndiaye 8, Giuntini. All. Iaconi.

13 punti per un ottimo Pietro Riccucci (Max Photograph)
13 punti per un ottimo Pietro Riccucci (Max Photograph)

Inarrestabili! Il ciclone gialloblu passa anche sul forte Costone Siena, collezionando un blitz da paura contro una delle formazioni più accreditate del girone. Una partita che i ragazzi di Iaconi hanno approcciato magistralmente, limitando le bocche da fuoco avversarie e segnando la bellezza di 80 punti in trasferta, un’enormità se si pensa che stiamo comunque parlando di ragazzini di 12 e 13 anni. Che il match non sarebbe stato facile lo si era capito fin dai primi minuti, quando i locali, sfruttando i loro centimetri, provavano subito un allungo: Donoratico però non ci stava, e con un Tommaso Panicucci monumentale (45 punti in 29 minuti, conditi da 11 rimbalzi e 10 falli subiti per un 49 finale di valutazione finale) ed un Pietro Riccucci inarrestabile per i senesi (13 punti con 8 falli subiti) mettevano rapidamente la testa avanti, chiudendo la prima metà di gara avanti di 3 lunghezze (33-36).

In panchina a Siena: coach Iaconi in azione
In panchina a Siena: coach Iaconi in azione (Max Photograph)

Era al rientro, tuttavia, che “Dodo” Martinelli (un mastino in difesa) e compagni concretizzavano lo sprint, trovando grandi cose da Giordano Partigiani (5 punti) e dal solito Moustapha Ndiaye (8 punti e ben 13 rimbalzi): la forbice così si dilatava, Ale Invernizzi in regia era la solita sicurezza, Elia Franci segnava un gran canestro, mentre Simone Dore, Damiano Giuntini e Matteo Critisini fornivano come al solito precisione ed energia. L’ultima frazione, iniziata sul più 7 gialloblu (49-56), diveniva allora una vera e propria guerra di nervi che Donoratico, aggrappandosi al suo leader, riusciva a vincere, acciuffando i due punti più pesanti e belli della stagione. Un’altra perla da incorniciare, dunque, nella stagione di questo gruppo bello ed affiatato, nel quale tutti hanno trovato un loro ruolo e, soprattutto, nel quale tutti si stanno rivelando indispensabili: a rendere ancora più vibrante questa impresa, inoltre, ci sono anche le assenze pesanti di Aruta, Biagioni e Del Cherico, tre uomini decisamente importanti nelle rotazioni di coach Iaconi, a cui va grande merito per aver plasmato una squadra coesa e determinata. Adesso, ad ogni modo, una settimana per lavorare e migliorare ancora, spinti dall’entusiasmo, prima di affrontare sabato, ore 16 in Piazza Europa, la Pallacanestro Grosseto A. Forza ragazzi!


 

Serie D – Cavallino Matto con i nervi d’acciaio: grande blitz sul campo del Vela Viareggio


Vela Basket Viareggio – Cavallino Matto Basket Donoratico: 64-68

VELA VIAREGGIO: Taucci, Ghiselli 13, Spilotro 10, Simonetti 7, Govi, Polo 7, Tognarelli 4, Ken 18, Pardini 2, Colligiani 3. All. Colombi.

CAVALLINO MATTO DONORATICO: Bartolini 5, Spina 12, Martinelli 8, Bottoni 14, Manetti 12, Frolli, Bini 17, Vernì, Creatini, Partigiani. All. Crudeli, vice Iaconi.

ARBITRI: Magazzini di Firenze e Luchi di Prato
PARZIALI: 19-14, 32-24, 49-44

Elia Bini spinge la transizione: altri 17 per l'Mvp del girone d'andata
Elia Bini spinge la transizione: altri 17 per l’Mvp del girone d’andata

Strepitoso Cavallino Matto, che confeziona un grande blitz in quel di Camaiore acciuffando la vittoria negli ultimi cinque minuti, dopo ’35 passati ad inseguire. Un match assolutamente non facile, contro un’avversaria indomita, pericolosa e molto difficile da affrontare, specialmente in trasferta: gli uomini di Colombi, oltretutto, contro i gialloblu si giocavano l’ultima possibilità di restare agganciati al treno playoff, ed infatti partivano subito con le marce alte, scappando grazie ai canestri di un ispirato Ken (18 punti) e alle penetrazioni di Spilotro (10 punti). I problemi fisici limitavano a pochi minuti di utilizzo il totem Marco Bartolini (che ha lottato comunque con ogni forza), ma Donoratico, finalmente al gran completo, trovava ossigeno dal solito Elia Bini, ancora una volta miglior marcatore dei suoi (17 punti alla fine, e la solita presenza sui due lati del campo), e dalla sua rotazione (positivo anche il rientro di Creatini): i locali ogni modo sembravano averne di più, e la prima metà di gara si chiudeva infatti sul più 8 Vela (32-24). Al rientro le due squadre proseguivano sulla stessa falsa riga, ma nel finale di terzo quarto si scatenava un grande Alessandro Manetti (12 per lui alla fine), che guidava la pressione difensiva gialloblu e piazzava un 7-0 tutto personale che riapriva completamente i giochi: da qui iniziava una vera e propria partita a scacchi che Donoratico riusciva a gestire meglio nel momento decisivo, centrando i canestri della staffa con un ottimo Cristiano Spina (12 punti) e, soprattutto, con la leadership di Niccolò Bottoni (14 punti), straordinario nel prendersi la responsabilità chiave trovando un canestro e fallo che chiudeva definitivamente i conti, nonostante la prodezza finale di Ghiselli.

Niccolò Bottoni: straordinario finale di partita per il leader gialloblu
Niccolò Bottoni: straordinario finale di partita per il leader gialloblu

Per il Cavallino arriva così una vittoria fondamentale, ottenuta ancora una volta nel finale a segno della grande maturità raggiunta da questo gruppo coeso ed affiatato, in grado di fornire ogni settimana protagonisti diversi: la prova di tutto ciò è sicuramente il terzo posto in classifica, frutto di un ruolino di marcia da stropicciarsi gli occhi, fatto di 12 vittorie su 17 incontri, e del grand lavoro dei coach Crudeli e Iaconi e del DS Simone Spina. Adesso, sulle ali dell’entusiasmo, una settimana per lavorare ancora più sodo in vista del big match contro la corazzata del campionato, la Labronica Livorno (sabato, ore 18.30, in Piazza Europa).

La cronaca su ToscanaBasketLive:

http://www.toscanabasketlive.it/campionati-regionali/serie-d/3-serie-d/12893-vela-avanti-per-35-ma-alla-fine-la-spunta-donoratico


 

U20 – Overtime ancora fatale, ma contro la capolista i gialloblu sono comunque da applausi


GMV Ghezzano – Basket Donoratico: 76-72 d1ts

Parziali: 19-18; 37-36; 47-52; 69-69.

Basket Donoratico: Partigiani 15, Diop 6, Cionini 4, Barsacchi ne, Carlotti 21, Vernì 12, Sentieri 3, Biagioni 7, Martellini 2. All. Iaconi.

Michele Vernì al tiro: la guardia gialloblu è stata grande protagonista con 12 punti
Michele Vernì al tiro: la guardia gialloblu è stata grande protagonista con 12 punti (foto Sabina Matteucci)

Stavolta solo applausi per l’Under 20 di coach Iaconi che, pur decimata, va ad un passo dall’espugnare per la prima volta la tana della capolista Ghezzano. I gialloblu cedono nuovamente al  supplementare, raschiando il fondo del barile delle energie dopo una partita magistralmente condotta da Sentieri e compagni: tuttavia quella sfoderata è stata davvero una prestazione degna di nota, se si considerano soprattutto le assenze, oltre a quella di Jacopo Ori, di tre quinti dello starting-five (febbricitante Davitti, ancora ai box Emanuele Creatini, presente ma indisponibile Cesare Barsacchi). Il match iniziava subito nel segno dell’equilibrio, con Donoratico trascinato dalle iniziative di Francesco Carlotti (21 punti, 4 assist, 3 recuperi e 9 falli subiti) e dal dominio sotto le plance di uno straripante Damiano Partigiani, sempre più in forma dopo il brutto infortunio di inizio stagione (15 punti e 12 rimbalzi): i pisani però replicavano colpo su colpo, chiudendo la prima metà di gara avanti di uno (37-36). Il rientro in campo trovava dei gialloblu più tonici che, trascinati da un sontuoso Michele Vernì (12 punti e 7 rimbalzi) e dalla grinta del solito Alberto Biagioni (7 punti, 6 rimbalzi, 3 recuperi e 3 assist), provavano un tentativo di fuga, creandosi un buon margine di vantaggio ad inizio ultimo quarto. Le energie però iniziavano a scarseggiare (solo 8 uomini a disposizione) e, nonostante un grande Buba Diop, i locali impattavano, portando la partita al supplementare: in cinque minuti costellati da fatica ed errori il GMV riusciva così ad  avere la meglio, facendo leva su quel pizzico di lucidità in più  che condannava Donoratico alla sconfitta. La prima fase si chiude dunque con i gialloblu al terzo posto, valido comunque per garantirci l’accesso al turno successivo: certamente una posizione condizionata dagli infortuni, visto che per tutto il girone di ritorno la truppa di Iaconi non ha potuto contare su Creatini (se non contro Volterra) e – praticamente – Barsacchi. Nella speranza di una fortuna più propensa ad accoglierci tra le sue braccia, ci prepariamo così alla prossima avventura, con la stessa grinta e lo stesso entusiasmo! Forza ragazzi!!!